IL RICONOSCIMENTO

Inwit, l’Ad Ferigo tra i premiati dei CeoForLife Award

Il numero uno del tower operator: “Apprezzato il nostro progetto di costruire una torre di 40 metri totalmente in legno: sostenibilie, riciclabile e aderente ai principi dell’economia circolare. Quanto alla parità di genere, sono donne il 47% degli assunti in azienda nell’ultimo anno”

23 Mag 2022

A. S.

giovanni ferigo

Tra i premiati della nuova edizione dei CeoForLife Award c’è anche Giovanni Ferigo (nella foto), Ad di Inwit, il più grande tower operator italiano. Il riconoscimento viene assegnato ogni anno ai ceo che hanno stabilito nuovi standard di eccellenza attraverso iniziative volte a un futuro migliore e più sostenibile.

“Il nostro progetto, che abbiamo presentato a CeoForLife è nato da un’idea semplice: da ragazzo giocavo molto con un gioco fatto da piccoli pezzi di acciaio che si avvitavano, con cui si facevano costruzioni. Un gioco che somiglia molto a quello che facciamo noi adesso, che costruiamo torri totalmente in ferro – spiega Ferigo – Nel passato poi questo gioco era stato sostituito da uno simile, in cui i pezzi erano di legno e colorati: una ‘variante’  che aveva attratto anche l’attenzione delle bambine. Con Inwit abbiamo iniziato un percorso molto importante: ci siamo chiesti perché con le torri delle telecomunicazioni, che sono totalmente in ferro, non potessimo riuscire a fare lo stesso percorso. Così abbiamo cominciato a studiare e abbiamo fatto una torre alta 40 metri totalmente in legno: sostenibile, riciclabile, parte dell’economia circolare. In più, nell’ultimo anno il 47% delle persone che sono entrate in azienda sono donne.  Quindi,  come è successo per il gioco, anche costruire torri, gestirle e inventarle fa parte di tutti noi, uomini e donne”.

Due gli obiettivi funzionali del progetto presentato da Inwit a CeoForLife: la riqualificazione del territorio del Parco in cui è inserita la nuova torre come corridoio ecologico, e il miglior inserimento ambientale e paesaggistico possibile dell’infrastruttura.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4