IL REPORT

IoT e guida autonoma, ecco i trend della mobilità aziendale

Visirun: servizi a valore aggiunto leva di trasformazione. Sugli scudi l’utilizzo di video-dati per aumentare la sicurezza del driver e sistemi di intelligenza artificiale per aumentare l’interazione uomo-macchina. Con il 5G nuove possibilità di trasporto e gestione di traffico

28 Gen 2020

F. Me

Il mercato delle flotte aziendali è una cartina di tornasole dell’evoluzione tecnologica perché quella dove si testa anche il cambiamento nel concetto di mobilità, al quale sono sempre più associati servizi a valore aggiunto in grado di assicurare non soltanto un’ottimizzazione dei costi di gestione, ma anche e soprattutto vantaggi in termini di maggiore sicurezza, migliore organizzazione e praticità, minor impatto ambientale.

Soluzioni tecnologiche, come la telematica, svolgono un ruolo cruciale perché permettono alle aziende di geolocalizzare tutti i mezzi in qualsiasi momento, organizzare al meglio l’attività di ognuno, e garantire la sicurezza dei driver. Visirun , società di Verizon Connect specializzata nella realizzazione di applicazioni mobili, localizzazione satellitare e soluzioni per la gestione delle flotte per le aziende, ha individuato cinque trend della mobilità per il 2020.

Uso di video-dati

Nel 2020, l’applicazione dell’Internet of Things continuerà a maturare. Per la mobilità ciò si traduce in un crescente utilizzo di dati video intelligenti, in grado di assicurare l’integrazione tra mezzo e conducente, per garantire maggiore sicurezza per i driver, efficienza dei trasporti e persino forme di guida autonoma. Nel breve termine, i dati video forniscono un livello aggiuntivo di analisi dei mezzi e delle loro performance che aiuta le aziende ad ottimizzare le misure di sicurezza dei conducenti e degli altri, salvaguardando al contempo la flotta aziendale.

Intelligenza artificiale

L’adozione di intelligenza artificiale e machine learning continuerà a crescere con l’incremento della necessità di produttività e sicurezza da parte delle aziende che fanno affidamento sulle flotte aziendali per i propri servizi. Con la progressiva introduzione di sistemi autonomi all’interno dei veicoli, AI e machine learning permettono di gestire più agevolmente la mole di dati e di raffinare il modo in cui i mezzi rispondono agli stimoli esterni – come condizioni delle strade e del traffico – e interni, come lo stile di guida, attraverso una maggiore integrazione uomo-macchina. Le imprese che hanno adottato tempestivamente queste soluzioni, nel 2020 inizieranno a vedere i benefici della tecnologia, ottenendo vantaggi sulla concorrenza e contribuendo allo stesso tempo alla diffusione di questi servizi.

Veicoli elettrici

Attualmente, i veicoli elettrici costituiscono solo una piccola parte dei veicoli su strada, pari solo a 3.2 milioni nel 2019, ma nei prossimi anni l’adozione di mezzi elettrici sarà sempre più diffusa, raggiungendo oltre 26 milioni di unità nel 2030. Questa rivoluzione è dovuta soprattutto ad una crescente attenzione da parte di imprese pubbliche e private alla sostenibilità. Le soluzioni di gestione delle flotte aziendali si adatteranno di conseguenza, includendo nei propri parametri la rilevazione di dati utili ai veicoli elettrici, come tempo di ricarica, consumo medio di kilowattora e l’indicazione delle stazioni di ricarica più vicine.

Mobilità autonoma

WHITEPAPER
Cosa devono fare i fornitori del settore automotive per massimizzare i benefici di profitto?
Automotive
Manifatturiero/Produzione

L’ecosistema del veicolo connesso continua a migliorare e progredire. Oggi, i sistemi avanzati di assistenza alla guida o ADAS sono già integrati nei veicoli e rappresentano un primo passo nel futuro dei veicoli a guida autonoma. La tecnologia 5G di prossima generazione sarà in grado di rendere realtà lo sviluppo di una rete che alimenti la mobilità autonoma. Nel breve termine, le imprese dovrebbero effettuare investimenti strategici per migliorare il proprio posizionamento e beneficiare da subito della tecnologia autonoma, la quale contribuisce ad aumentare l’efficienza, la produttività e la sicurezza delle flotte aziendali e della forza lavoro mobile.

5G

Con il prossimo lancio del 5G anche in Italia, le tecnologie connesse sono destinate a trasformare e migliorare ulteriormente la mobilità stradale. Il 2020 rappresenta un anno di sperimentazione e pianificazione: il 5G aumenterà proporzionalmente il volume e la velocità di trasmissione dei dati sulle reti mobili, consentendo lo sviluppo di infrastrutture intelligenti. Per la telematica, il 5G ha il potenziale di ottimizzare qualsiasi strumento, dai feed e sensori video all’analisi dei dati in tempo reale, introducendo nuove possibilità di trasporto e gestione di traffico, mobilità autonoma e sicurezza stradale.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3