Italia-Israele, sinergie su hi-tech e cybersecurity - CorCom

INTESE

Italia-Israele, sinergie su hi-tech e cybersecurity

Partnership fra aziende e università fra i temi emersi nel corso dell’incontro alla Knesset di 30 parlamentari italiani. Maurizio Bernardo presidente Associazione di amicizia Italia-Israele: “Presto un incontro a Milano con l’ambasciatore israeliano in Italia”

06 Feb 2017

“Dobbiamo porre in essere fattive collaborazioni nel settore dei beni culturali, dell’hi-tech, della cyber-security, dell’energia e delle nuove tecnologie, anche applicate alla gestione e al riciclo delle acque”. Lo afferma Maurizio Bernardo, presidente dell’Associazione Interparlamentare di Amicizia Italia-Israele, durante l’incontro svoltosi questa mattina alla Knesset, a conclusione del viaggio istituzionale di circa 30 parlamentari italiani, di tutti gli schieramenti, in Israele.

“L’associazione di amicizia, che ha promosso l’evento, conta oltre 180 aderenti ed è la piu’ numerosa nel panorama europeo- aggiunge Bernardo -. Il prossimo obiettivo dell’associazione e mio personale nell’immediato futuro sara’ quello di avviare partnership tra aziende e universita’ dei nostri due Paesi”.

Per questo a breve verrà organizzato un incontro a Milano con l’ambasciatore israeliano in Italia sul tema della finanza e degli investimenti nel settore farmaceutico e sanitario”. “Siamo certi – aggiunge Silvia Fregolent, vice-presidente dell’associazione – che le basi che abbiamo gettato in questo viaggio porteranno a fruttuose e importanti collaborazioni nell’interesse dello sviluppo dei due Paesi”. “Una futura partnership tra Universita’ Cattolica di Milano e universita’ israeliane in campo biomedicale potra’ essere un virtuoso risultato della visita istituzionale”, ha concluso Bernardo.