Italtel, ok definitivo del tribunale di Milano alla proposta di concordato - CorCom

LA CRISI

Italtel, ok definitivo del tribunale di Milano alla proposta di concordato

Si prevede il mantenimento della continuità aziendale tramite l’intervento di “Nuovo Polo Impiantistico” alla quale verrà trasferito tutto l’attivo ed il passivo della società. In campo Psc, Tim e Clessidra

13 Dic 2021

Via libera definitivo da parte del Tribunale di Milano che ha omologato la proposta di concordato preventivo in continuità aziendale avanzata da Italtel, assistita dallo studio legale Giuseppe Iannaccone e associati.

La proposta concordataria prevede il mantenimento della continuità aziendale tramite l’intervento della società “Nuovo Polo Impiantistico”, in qualità di assuntore, alla quale verrà trasferito tutto l’attivo ed il passivo di Italtel. L’operazione vedrà la partecipazione nel capitale sociale dell’assuntore, quali investitori, di gruppo Psc, Tim e Clessidra.

Nella procedura di concordato preventivo, Italtel è  stata assistita dallo studio Giuseppe Iannaccone e Associati per i profili legali dell’operazione, con un team composto dagli avvocati Giuseppe Iannaccone, Daniela Carloni, Concetta D’Arrigo e Andrea Becheroni. Psc e’ stata assistita da Gianni & Origoni mentre Tim e’ stata assistita dallo studio legale Cappelli Rccd e Clessidra Capital Credit dallo studio legale Giliberti Triscornia e Associati.

Cisco Systems International e Cisco Systems (Italy), quali fornitori strategici e, quest’ultima socia, di Italtel sono stati rappresentati anche in questa ulteriore fase di ristrutturazione del gruppo Italtel, da GOP, con un team composto dagli avvocati Raimondo Premonte, Donato Romano e Matia B. Maggioni, per la definizione degli accordi para-concordatari, di fornitura di prodotti e servizi strategici al gruppo Psc/Italtel, nonché per la definizione dei nuovi assetti proprietari di Italtel.

L’udienza del 9 dicembre scorso per l’omologazione del concordato preventivo ha rappresentato l’ultimo passaggio prima della chiusura della procedura e l’avvio delle attivita’ funzionali alla ristrutturazione del debito, cosi’ come previste nella proposta concordataria.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

C
clessidra
C
Cpsc
I
italtel
T
tim

Articolo 1 di 3