Jp Morgan fa asse con le big tech: in cantiere 100mila assunzioni a New York - CorCom

POST COVID-19

Jp Morgan fa asse con le big tech: in cantiere 100mila assunzioni a New York

Amazon, Microsoft, Google, Accenture e altre 27 società hanno dato vita alla “Jobs Ceo Council” che assumerà entro il 2030 persone a basso reddito appartenenti alle comunità nere, latine e asiatiche

11 Ago 2020

F. Me

La pandemia da coronavirus ha contribuito ad esacerbare la disuguaglianza nelle città statunitensi: quasi il 40% degli americani a basso reddito – secondo i dati della Federal Reserve – ha perso il lavoro da causa dell’impatto dell’emergenza sanitaria, e il conseguente lockdown, hanno avuto sull’economia. In questo contesto i ceo di Amazon, Jp Morgan, Microsoft, Google e altri, per un totale di 27 società, hanno formato un gruppo che ha come obiettivo l’assunzione di 100.000 persone delle comunità meno rappresentate di New York.

I leader si sono riuniti nel New York Jobs ceo Council che assumerà entro il 2030 persone dalle comunità nere, latine e asiatiche a basso reddito. I co-presidenti della nuova organizzazione, spiega Cnbc, includono il ceo di JP Morgan Chase, Jamie Dimon, il ceo di Ibm, Arvind Krishna, e Julie Sweet, ceo di Accenture.

Tra gli altri membri anche Jeff Bezos di Amazon, Satya Nadella di Microsoft, Sundar Pichai di Google e David Solomon di Goldman Sachs. La pandemia di coronavirus ha contribuito ad esacerbare la disuguaglianza nelle città degli Stati Uniti, provocando maggiori perdite di posti di lavoro e peggiori risultati di salute per chi vive in quartieri a basso reddito.

WHITEPAPER
Costruire agilità in modo rapido per la tua azienda: 5 passi essenziali
Digital Transformation
Storage

“Molti newyorkesi sono bloccati in lavori a bassa retribuzione che potrebbero essere persi in futuro o stanno lottando per navigare nel mercato del lavoro” durante la pandemia – ha spiegato Dimon in una nota – Stiamo usando il nostro potere collettivo – per preparare la forza lavoro della città con le competenze del futuro e aiutare i newyorkesi che sono rimasti indietro a mettere piede nella porta”.

La “nuova iniziativa svolgerà un ruolo importante nel collegare le comunità svantaggiate alle risorse necessarie per la carriera e l’accesso alle istituzioni educative di livello mondiale di New York”, ha dichiarato il governatore di New York Andrew M. Cuomo.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3