STARTUP

L’alta moda “in affitto” piace agli investitori: mezzo milione per Drexcode

Il portale web che offre abiti di haute couture potrà contare su 556mila euro per lo sviluppo del business. Tra i finanziatori LVenture Group, Innogest, LigurCapital e Angels for Growth

12 Nov 2015

Andrea Frollà

alta-moda-151112124138

Un finanziamento da 556mila euro. È questo l’ultimo colpo di Drexcode, la web boutique che offre la possibilità di noleggiare capi di alta moda e che ha appena ottenuto un’iniezione di liquidità importante: un co-investimento che vede coinvolti diverti fondi. LVenture Group, holding di partecipazioni quotata sul MTA di Borsa Italiana che opera nel settore del Venture Capital, parteciperà con 70mila euro. Il resto della cifra sarà diviso tra il fondo di Venture Capital Innogest (180mila euro), il fondo di capitale di rischio della regione Liguria LigurCapital (180mila euro) e Fashion 22, veicolo del gruppo business angel Italian Angels for Growth, per 126 mila euro.

“Nel 2014 il settore moda in Italia è cresciuto del 2,7%, fatturando complessivamente 52 miliardi di Euro e nel 2015 è previsto un ulteriore incremento del 3,8% – spiega il ceo di LVenture Group Luigi Capello – Allo stesso tempo le startup nel fashion stanno raggiungendo risultati interessanti. Per questo siamo particolarmente soddisfatti di aver investito in Drexcode, che non ha competitor significativi in Italia e offre un servizio a prezzi competitivi e con grande potenziale”.