Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

PROVINCIA DI BOLZANO

L’Alto Adige stanzia 1 milione per i giovani startupper

La giunta provinciale di Bolzano avvia un ampio programma di agevolazioni per i neo-imprenditori. In ballo contributi tra i 50mila e i 200mila euro

13 Ott 2014

Lorenzo Forlani

L’ampio programma di agevolazioni alle startup promosso dalla Giunta Provinciale di Bolzano si arricchisce di una nuova importante iniziativa a sostegno dell’economia altoatesina: è il Bando 2014 a favore della capitalizzazione di nuove imprese o di imprese innovative da costituire, nato per agevolare tutte le realtà che presentano un elevato contenuto tecnologico e creano valore aggiunto per il territorio. Per il bando la regione ha stanziato un milione di euro di finanziamento: le startup costituite sotto forma di società di capitali che presentino un business plan adeguato potranno ricevere contributi compresi tra i 50mila e i 200mila euro, con l’aiuto che deve essere pari al capitale versato dai soci nell’impresa.

Il bando è indirizzato alle piccole aziende con meno di tre anni di vita, oppure ai ricercatori che intendono costituire un’impresa in forma di società di capitali entro un periodo di tre mesi. Quali indicatori del livello di innovazione vengono presi in esame, oltre all’idea imprenditoriale in sé, le spese di ricerca e sviluppo sul fatturato e la presenza di personale altamente qualificato. Per il personale, in particolare, sono previsti ulteriori incentivi: le imprese che assumono personale altamente qualificato (laureati o ricercatori) potranno infatti contare su un aiuto finanziario della Provincia nei primi 2 anni pari al 50% del costo del personale. Oltre al fatto che l’attività deve essere insediata sul territorio altoatesino, un requisito necessario è infine rappresentato dalla presenza di un Business Angel o di un Venture Capitalist. “La presenza di un Business Angel” – sottolinea il direttore della Ripartizione Innovazione della Provincia Autonoma di Bolzano Maurizio Bergamini Riccobon – “fornisce assistenza al management della neonata impresa. Gli studi dimostrano che le aziende che presentano questa figura nella propria compagine sociale si sono sviluppate con ritmi di crescita molto superiori alla media”.

“L’Alto Adige sostiene tutte quelle realtà in grado di creare un valore aggiunto per il territorio ed affini al territorio stesso” – commenta Ulrich Stofner, Direttore BLS, Business Location Südtirol – Alto Adige – “In particolare ci sembra importante supportare gli spinoff e le giovani startup, futuro del nostro Paese: scegliere Bolzano per insediare la propria impresa significa scegliere un territorio dinamico e competitivo, che offre alle proprie aziende un contesto ideale per crescere all’insegna della sostenibilità, dell’efficienza e dell’innovazione”.

Argomenti trattati

Approfondimenti

L
lavoro
S
start up

Articolo 1 di 5