L'Europa spinge sulla tecnologia quantistica: "Saremo leader se cooperiamo" - CorCom

NUOVE FRONTIERE

L’Europa spinge sulla tecnologia quantistica: “Saremo leader se cooperiamo”

Il commissario Oettinger battezza il “Quantum Manifesto” firmato da aziende, ricercatori e governi di tutta Europa. La Commissione al lavoro su un’iniziativa ad hoc

17 Mag 2016

Patrizia Licata

La Commissione europea lavora su una strategia per stimolare le tecnologie quantistiche: lo ha annunciato il commissario Gunther Oettinger, responsabile per la Digital Economy and Society, che oggi ha partecipato alla conferenza Quantum Europe 2016 ad Amsterdam. Le tecnologie quantistiche avranno un forte impatto su economia e società; in particolare, si prevede che potenzieranno come mai è accaduto finora le capacità di calcolo dei computer.

Durante la conferenza, al commissario Oettinger e a Henk Kamp, ministro olandese dell’Economia, è stato presentato il “Quantum Manifesto” che individua le priorità di investimento e ricerca nel settore e ha il sostegno di 3.400 rappresentanti di aziende, enti di ricerca e governi di tutta Europa. Il manifesto non fa che imprimere un’ulteriore spinta all’iniziativa per lo sviluppo della tecnologia quantistica che l’Europa aveva già annunciato, insieme a un investimento di 1 miliardo di euro, durante la presentazione dell’iniziativa europea per il cloud computing, ad aprile.

L’iniziativa sulle tecnologie quantistiche prevede il supporto per la progettazione e lo sviluppo di sistemi relativamente pronti per il mercato, come reti quantistiche di telecomunicazione, fotocamere ad alta sensibilità, simulatori quantistici che possano aiutare a progettare nuovi materiali. La prospettiva di lungo termine è quella di realizzare sistemi quantistici all-purpose e sensori ad alta precisione, andando oltre anche la semplice computazione. Il programma dovrebbe prendere il via nel 2018.

“Visto il forte supporto ottenuto dal Quantum Manifesto, intendiamo lanciare un’ambiziosa iniziativa ad ampio spettro che permetta di liberare tutto il potenziale della tecnologia quantistica, accelerare il suo sviluppo e portare prodotti commerciali a utenti pubblici e privati”, ha dichiarato il commissario Oettinger. “Vogliamo mettere l’Europa in pole position nella gara sulla tecnologia quantistica e favorirne l’adozione a livello industriale. Nessun paese può farcela da solo, la cooperazione è la chiave per il successo: dobbiamo muoverci su scala europea”.

Il ministro Kamp, che ha presentato la conferenza Quantum Europe 2016 nel contesto del turno di presidenza olandese dell’Ue, ha aggiunto che l’Europa “è decisa a prendersi un ruolo guida nello sviluppo delle tecnologie quantistiche. Queste tecnologie permettono un incremento enorme nella capacità e precisione in settori come le comunicazioni, il calcolo computazionale, sensori e simulazioni. In pratica, le tecnologie quantistiche potrebbero trasformare industrie e mercati di tutto il mondo”.