Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

L’ex Ceo di Hp è il nuovo co-president di Oracle

Dopo le dimissioni da Hewlett-Packard a causa di uno scandalo sessuale, Mark Hurd entra nel top management del colosso software. La nomina fortemente sostenuta dal Ceo, Larry Ellison. Riflettori accesi sul business dell’hardware

07 Set 2010

Dal vertice di Hp a quello di Oracle. È la parabola di Mark Hurd,
ex Ceo di Hewlett-Packard, dimessosi a seguito di uno scandalo
sessuale, e ora nuovo co-presidente della società guidata da Larry
Ellison nonché membro del board.
Hurd, che è amico personale di Ellison, prende il posto di Charles
Phillips e lavorerà in collaborazione con l'altro
co-presidente, Safra Catz.
“Con Charles la nostra strategia è diventata sempre più
customer-centric – ha commentato il Ceo Ellison -. Quando lo
scorso dicembre mi ha espresso il suo desiderio di lasciare
l’azienda gli ho chiesto solo di rimanere per curare
l’integrazione con Sun. Ci mancherà il suo talento e la sua
capacità di essere leader, ma rispetto la sua decisione”.

Il nuovo presidente riporterà direttamente al Ceo. Hurd si dimise
da Hp lo scorso 6 agosto, dopo che un'indagine interna
all'azienda aveva evidenziato alcune violazioni ai codici di
comportamento nelle relazioni con una collaboratrice. La nomina è
stata decisa dallo stesso Ellison che, in questo modo, punta a
rafforzare il business dell'hardware anche attraverso nuove
acquisizioni.

Nei giorni dello scandalo proprio Larry Ellison si era scagliato
violentemente contro la decisione del board di Hp di accettarne le
dimissioni. In una lettera aperta al New York Times sottolineava
come l’azienda avesse "preso la peggior decisione da quando
molto anni fa quegli idioti del board di Apple avevano licenziato
Steve Jobs".

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link