Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

L’hi-tech “dimenticato”. Un tesoro da 6 miliardi

Oltre 21 milioni di italiani possiedono oggetti tecnologici inutilizzati. I cellulari vengono sostituiti ogni 2-3 anni, anche se perfettamente funzionanti

18 Mag 2010

Un “tesoro abbandonato” si nasconde nelle case degli italiani:
sono gli oggetti tecnologici inutilizzati e dimenticati nei
cassetti che si accumulano in quantità sempre maggiori perché la
crescita dei consumi spinge ad acquistare e sostituire in
continuazione gli apparecchi hitech con prodotti nuovi. Secondo
un’indagine commissionata ad Added Value da eBay.it, il sito che
ha la leadership dell’ecommerce in Italia, oltre 21 milioni di
persone nel nostro Paese possiedono oggetti tecnologici
“abbandonati” e circa il 53% ammette che, quando cambia il
cellulare, l’apparecchio è ancora in ottime condizioni. I
cellulari, insieme a iPod e smartphone, sono tra gli oggetti
sostituiti con maggior frequenza, al ritmo medio di uno ogni 2-3
anni.

Ma che cosa fanno gli italiani con gli oggetti che non usano più?
Il 41% degli intervistati dichiara di conservarli “perché in
fondo possono sempre servire”, il 38% li butta, mentre il 22%
dichiara di dimenticarsene. Eppure, secondo Added Value-eBay,
questi oggetti potrebbero avere un valore complessivo che si aggira
intorno ai 6 miliardi di euro e se rivenduti garantirebbero un
guadagno medio di 160 euro. Al momento, della possibilità di
rivendere i vecchi cellulari e gadget hitech approfitta solo il 7%
degli italiani, ma le abitudini stanno rapidamente evolvendo. Il
53% si dichiara propenso, in futuro, a rivendere i propri device e
il 46% sceglierebbe come canale preferenziale Internet e portali di
ecommerce.

Secondo la ricerca commissionata ad Added Value, tra gli oggetti
tecnologici più diffusi in Italia al primo posto si trova il
cellulare, seguito da lettori dvd, televisori led/al plasma/lcd e
da macchine fotografiche digitali. “Se guardiamo invece al
rapporto con la tecnologia degli uomini rispetto alle donne, emerge
qualche curiosità”, nota Andrea Parachini, Senior consultant di
Added Value. “Gli uomini possiedono un maggior numero di prodotti
tecnologici, in particolar modo quelli che consentono di essere
attivi in qualsiasi situazione come Pc portatili, iPod,
videocamere, smartphone e Tom Tom. Le donne hanno una percentuale
molto più alta, invece, quando si tratta di possedere il
cellulare, a conferma della predilezione femminile per le
chiacchiere al telefono e per la relazione con le persone, più che
con gli oggetti”.

Per chi volesse approfittare della possibilità di rivendere il
vecchio cellulare, eBay.it consente di farlo a costo zero, secondo
la pratica dello Shopping neutrale. Sono già 5.000 gli italiani
che rivendono quello che non utilizzano più e, con il ricavato,
acquistano quello di cui hanno bisogno, praticamente senza spendere
nulla. La categoria di eBay dedicata al Consumer Tech è al primo
posto per numero di acquisti e vendite, con un oggetto venduto nel
2009 su www.ebay.it ogni 4 secondi, un incremento del 3,2% rispetto
al 2007.

Infine, è possibile essere sempre aggiornati sugli affari
tecnologici che offre Internet attraverso Cacciaffari
(www.facebook.com/cacciaffari), un profilo su Facebook che aggiorna
i suoi fan sulle occasioni a disposizione in rete e risponde alle
richieste personalizzate dei suoi oltre 4.000 fan.