L'Isee si fa online, nuovo simulatore sul sito Inps - CorCom

IL SERVIZIO

L’Isee si fa online, nuovo simulatore sul sito Inps

Il servizio permette alle famiglie di individuare la propria fascia di reddito utile ai fini delle prestazioni assistenziali, ma non a fini certificativi. Accesso consentito anche senza pin

03 Feb 2017

“Uno strumento celere, di facile accesso, messo a disposizione dei cittadini che possono accedervi senza Pin, e che permette alle famiglie di sapere in maniera rapida se ricadono in una certa fascia utile ai fini delle prestazioni assistenziali”. Così il presidente dell’Inps, Tito Boeri, ha presentato oggi, nella sede centrale dell’Istituto a Roma, il nuovo simulatore Isee, già online sul portale www.inps.it.

L’Isee, “espressione monetaria del reddito e del patrimonio familiare”, come ha spiegato il direttore generale Pensioni dell’Inps, Luca Sabatini, consente ai cittadini di accedere, a condizioni agevolate, alle prestazioni sociali o ai servizi di pubblica utilità. Il simulatore messo a disposizione dall’Inps per cittadini ed Enti erogatori di prestazioni svolge più funzioni: serve ai nuclei familiari o alle persone individuali a sapere se per loro è possibile accedere ad agevolazioni e prestazioni assistenziali, ma serve anche agli Enti erogatori, come i Comuni, per valutare anticipatamente gli effetti sui propri budget della definizione delle soglie Isee di accesso alle prestazioni.

Il calcolatore messo a disposizione dell’Inps ha funzione consultiva e non certificativa: per avere l’attestazione Isee utile ai fini ordinari, per i minorenni, per le prestazioni socio sanitarie o universitarie, i cittadini dovranno continuare a rivolgersi ai Caf o accedere con Pin al sito dell’Inps. Tuttavia, l’algoritmo che fa funzionare il simulatore online è lo stesso posto alla base dell’attestazione Isee: dunque, più precisi saranno i dati inseriti dal cittadino che voglia verificare in che fascia Isee si trovi, più il risultato finale sarà vicino a quello effettivo.

Tra i vantaggi del nuovo strumento su cui, come ha ricordato Boeri, “c’è stato un grande investimento da parte dell’Inps proprio per permettere sempre più persone di utilizzarlo”, c’è l’accesso libero, una compilazione fortemente semplificata grazie all’inserimento di voci aggregate per patrimoni e redditi del nucleo, e la velocità, perchè il calcolo dell’indicatore viene fatto in tempo reale.

Argomenti trattati

Approfondimenti

I
inps
O
online
P
pin
T
Tito Boeri