L’Odv accende i riflettori sui modelli di equivalence

L’Organo di vigilanza sulla parità di accesso alla rete di Telecom Italia in audizione davanti al Consiglio Agcom. Focus anche sulla delibera relativa ai mercati dei servizi di accesso alla rete fissa. Il 9 marzo la presentazione della Relazione Annuale

Pubblicato il 24 Feb 2015

F.Me.

telecom-torri-141127115441

Equivalence of input e servizi di accesso alla rete fissa. Sono stati questi i temi toccati dal Board dell’Organo di vigilanza sulla parità di accesso alla rete di Telecom Italia in audizione al Consiglio dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. IlBoard dell’Organo di vigilanza sulla parità di accesso alla rete di Telecom Italia è presieduto da Antonio Sassano e composto da Marco Lamandini e Michele Polo.

L’Organo di vigilanza ha presentato un bilancio del lavoro svolto nel corso del proprio mandato. Specifica attenzione è stata appunto riservata ai limiti e alle prospettive dell’attuale modello di equivalence e alla proposta di revisione dell’Autorità contenuta nella delibera n. 42/15/Cons sull’identificazione ed analisi dei mercati dei servizi di accesso alla rete fissa.

Il bilancio e gli sviluppi futuri dell’attività dell’Organo di vigilanza saranno resi pubblici in occasione del convegno che si terrà a Roma, il 9 marzo 2015, per la presentazione della Relazione annuale 2015. “Il presidente Angelo Marcello Cardani e i Commissari dell’Autorità hanno ringraziato i Componenti dell’Organo di vigilanza per l’interessante relazione svolta, esprimendo i migliori auspici di buon lavoro per il complesso e articolato compito di controllo loro affidato”, si legge in una nota Agcom.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!