Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

L’Oscar al “miglior posto in cui lavorare”

22 Mar 2010

Capgemini Italia ha ricevuto il premio “Top Employers”,
assegnato alle società considerate “il miglior posto in cui
lavorare”.

Responsabile della selezione delle aziende candidate al premio è
il Crf Institute (Corporate Research Foundation), società
internazionale indipendente che dal 1991 analizza e studia
l’attrattività delle aziende per i giovani talenti,
identificando in ogni Paese i migliori esempi di gestione delle
Risorse Umane.

Ciascuna azienda è valutata sulla base di 5 parametri: condizioni
di lavoro, remunerazione e benefit, formazione e sviluppo,
opportunità di carriera, cultura aziendale.

Si tratta di una vera e propria indagine qualitativa – realizzata
attraverso interviste a manager e dipendenti delle principali
aziende – che fotografa e analizza in modo approfondito le singole
realtà organizzative.

Alla luce del giudizio espresso dall’Istituto internazionale,
Capgemini si è contraddistinta in particolare per le opportunità
di carriera offerte alle proprie persone, alle quali garantisce
formazione continua e interdisciplinarietà oltre a molteplici
prospettive di sviluppo sia in Italia che all’estero.

”Siamo orgogliosi di ricevere questo prestigioso riconoscimento
per il secondo anno consecutivo; l’attenzione alle persone ed al
loro sviluppo è una chiara direzione strategica della nostra
azienda, ed abbiamo dedicato ancora più sforzi al mantenimento
dell’eccellenza proprio in questi momenti di difficoltà del
mercato del lavoro” dichiara Maurizio Mondani, Amministratore
Delegato di Capgemini Italia, che ribadisce: “in Capgemini
ciascuna persona ha la possibilità di partecipare a progetti
interessanti, di avvalersi delle esperienze di oltre 90mila
colleghi in tutto il mondo e di poter svolgere la propria attività
lavorativa in un ambiente decisamente dinamico, in cui ognuno ha la
possibilità di costruire per sé un futuro a propria misura”.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link