La Bbc diventa Over the top negli Usa

L’emittente lancerà un’offerta video a pagamento e complementare alla presenza sui canali Tv tradizionali per far crescere audience e ricavi globali. Ma far concorrenza a Netflix sarà difficile, dicono gli analisti

21 Set 2015

Patrizia Licata

La Bbc sta preparando un nuovo servizio video Ott che verrà lanciato negli Stati Uniti nel 2016: lo ha confermato il direttore generale Tony Hall parlando a un incontro della Royal Television Society a Cambridge.

Hall ha rivelato che il nuovo servizio si baserà su programmi ideati e sviluppati da produttori britannici e vedrà come protagonisti attori nazional: “Porteremo al pubblico americano il meglio della Tv e della cultura del nostro paese”, ha detto il direttore generale della Bbc. “Perciò lanceremo un nuovo servizio video over the top in America che offre agli appassionati spettatori della Bbc programmi britannici che non potrebbero avere altrimenti”.

L’offerta Ott della Bbc, infatti, essendo su Internet, raggiungerà quella fetta di pubblico che non accede dai canali broadcast anche se, ha chiarito l’azienda britannica, sarà trasmessa anche da alcuni canali Tv americani tradizionali. Il nuovo servizio (a pagamento) non vuole dunque essere un concorrente diretto di Netflix e piattaforme simili che trasmettono in streaming contenuti di partner, Bbc compresa: “Complementerà la nostra presenza negli Usa”, ha ribadito un portavoce dell’azienda. “Altri servizi di video streaming restano una parte importante del nostro business plan per garantirci di raggiungere il pubblico con il meglio delle produzioni Uk”.

WHITEPAPER
Trasformazione digitale: le tecnologie più rilevanti per supportare la crescita delle aziende
Digital Transformation

Tuttavia molti analisti non possono fare a meno di vedere nell’iniziativa Ott della Bbc un guanto di sfida alle piattaforme online più diffuse – ed è una sfida molto difficile da vincere. “C’è crescita nel video online e i consumatori sono disposti a pagare una piccola somma per accedere all’intrattenimento su Internet“, commenta Michael Underhill, analista di Enders Analysis. “Ma la Bbc sta sperimentando una versione internazionale del suo servizio iPlayer da quattro anni e il risultato sembra per ora un flop. Alle persone piacciono i servizi che offrono tutti i programmi che desiderano, non legati a uno specifico broadcaster. Netflix e piattaforme simili hanno tanto successo perché offrono una programmazione vastissima. Servizi come quello della Bbc sono destinati a restare una nicchia”.

La Bbc però è decisa sperimentare “nuove attività che raggiungono il pubblico in modo più diretto”, ha indicato Hall. L’obiettivo è anche far crescere gli introiti della divisione Bbc Worldwide e potenziare l’offerta di contenuti: l’azienda britannica stima di poter incrementare le entrate commerciali dell’attività Worldwide fino a 1,2 miliardi di sterline nei prossimi cinque anni, il 15% in più di quanto ottenuto negli scorsi cinque anni, e per farlo è pronta a lanciarsi anche in un nuove partnership globali.