Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA RICERCA

La Mit Technology Review a caccia delle 10 società italiane più “disruptive”

L’edizione italiana della rivista americana chiama a raccolta i lettori: dalle loro segnalazioni emergeranno le aziende più “Smart&Disruptive” in Italia nei settori energetico, biomedicale, informatico, della comunicazione e dell’automazione

20 Nov 2014

L.M.

La MIT Technology Review è a caccia di aziende italiane particolarmente innovative e chiama a raccolta tutti i lettori chiedendo loro di inviare segnalazioni. I redattori dell’edizione Italiana della prestigiosa rivista di tecnologia del Massachusetts Institute of Technology hanno avviato la ricerca per individuare le 10 società del nostro Paese maggiormente innovative, definite Smart&Disruptive, principalmente nei settori Energia, Bio-Medicina, Computer, Web, Comunicazione, Automazione.

Le segnalazioni possono provenire da qualsiasi fonte: lettori, partner, associazioni di categoria. I criteri di valutazione non devono essere basati su parametri quali il numero dei brevetti, le spese in R&D, o la Capitalizzazione di Mercato. La MIT Technology Review è alla ricerca di società che abbiano realizzato qualcosa di particolarmente rilevante sul mercato nell’ultimo anno, qualcosa che sia in grado di mettere a rischio la leadership di altri su un mercato, rafforzare la presenza sul proprio, o creare un mercato nuovo.

A partire dal 2014 i redattori della prestigiosa rivista hanno aggiunto al concetto di ‘Disruptive’ anche quello di ‘Smart’, per indicare società la cui innovazione sia il frutto della integrazione di innovazioni esistenti, o offrano prodotti o servizi di un valore sociale speciale.

Lo scorso anno le Smart & Disruptive Companies sono state: Datalogic, Pirelli Cyber Tyre, Kedrion Biopharma, Aero Avio, Italia Independent, Solbian, Ge.Fi Artigiani in Fiera, GreenBone, NeuronGuard, Zehus Bike+.

Articolo 1 di 5