LA STRATEGIA

La scommessa di Foxconn: vuole diventare l’ “Android” delle auto elettriche

La società punta alla diversificazione del business e dà vita a una piattaforma aperta e modulare che consentirà alle case automobilistiche di progettare e personalizzare i componenti dei propri modelli

16 Ott 2020

Domenico Aliperto

Foxconn, la società taiwanese che assembla l’iPhone di Apple, ha lanciato una piattaforma per aiutare le case automobilistiche a realizzare auto elettriche. A riportarlo è Cnbc, secondo cui il gigante della tecnologia meglio conosciuto come produttore conto terzi di dispositivi elettronici di consumo intende diversificare la sua attività entrando in un mercato che potrebbe valere oltre 800 miliardi di dollari entro il 2027, stando ai dati di Allied Market Research.

La missione di Foxconn? Essere l’Android dei veicoli elettrici

William Wei, dirigente di Foxconn, ha affermato che l’obiettivo della società è quello di diventare l’Android dei veicoli elettrici. “Crediamo che questa sia la nostra missione”. Android, il più grande sistema operativo mobile al mondo per quota di mercato, è riuscito a diventare dominante perché è open source. Ciò significa che i produttori di smartphone possono utilizzare il software quasi pronto sui loro smartphone ma anche personalizzarlo in base alle loro esigenze.

Una piattaforma aperta e modulare

In questo senso, Foxconn ha introdotto quella che è stata chiamata “Mih Open Platform“, un insieme di strumenti che consentirebbero a un’azienda di progettare grandi parti di un’auto elettrica che sarebbe poi prodotta da Foxconn.

WHITEPAPER
Cosa devono fare i fornitori del settore automotive per massimizzare i benefici di profitto?
Automotive
Manifatturiero/Produzione

Le case automobilistiche possono scegliere il design del telaio delle loro auto, dai Suv alle berline, e personalizzarlo come preferiscono in tutte le sue parti, dalla distanza delle ruote alla dimensione della batteria. Il gruppo offre anche software grazie ai quali gli sviluppatori potranno costruire funzioni mission-critical e sistemi di guida senza conducente. Foxconn definisce la sua piattaforma “modulare”, il che significa che alcuni componenti potrebbero essere sostituiti e aggiornati in un secondo momento.

La società ha dichiarato che sta lavorando sulle batterie allo stato solido, che sono considerate l’evoluzione di prossima generazione delle attuali batterie agli ioni di litio utilizzate nelle automobili: la prima batteria di questo tipo potrebbe essere lanciata nel 2024. “Dopo il 2025, chiunque padroneggi le tecnologie delle batterie allo stato solido dominerà il settore”, dice Jerry Hsiao, chief product officer di Foxconn.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5