Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

MOBILITY

Le auto senza pilota arrivano in Italia, via libera del Mit

Il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha rilasciato l’autorizzazione a sperimentare la driverless car sulle strade pubbliche di Torino e Parma. Ad eseguire i test la startup emiliana VisLab

08 Mag 2019

F. Me

Arriva in Italia l’auto a guida autonoma. La Direzione generale Motorizzazione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha rilasciato l’autorizzazione alla sperimentazione su strada pubblica della driverless car.
Il via libera, che arriva dopo il parere positivo espresso il 22 marzo scorso da parte dell’Osservatorio tecnico di supporto per le Smart Road, dà ufficialmente avvio alle sperimentazioni di veicoli automatici su strada pubblica in Italia.
“La direzione competente del Mit ha concluso con esito positivo le necessarie verifiche preliminari di idoneità tecnica alla circolazione del veicolo oggetto della sperimentazione, della VisLab S.r.l., Società controllata da Ambarella Inc, unica finora ad aver presentato domanda di autorizzazione”, si legge in una nota del Mit.
La sperimentazione riguarderà l’ambito urbano e l’ultimo miglio tipo D, E, F di precisi tratti stradali nelle città di Torino e Parma, nel rispetto di tutte le prescrizioni dettate dal gestore delle strade stesse e in presenza di un supervisore in grado di commutare tra operatività automatica e manuale del veicolo, in modo da garantire in ogni circostanza il rispetto massimo della sicurezza.
VisLab, è una start-up dell’Università di Parma fondata nel 2010e acquisita nel 2015 dall’americana Ambarella Inc, multinazionale della Silicon Valley quotata al Nasdaq e specializzata nello sviluppo di compressioni video e immagini attraverso semiconduttori. “Siamo orgogliosi di annunciare di essere stati autorizzati dal Ministero a condurre la sperimentazione di auto senza pilota sulle strade pubbliche in Italia”, commenta l’azienda sul sito.
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5