Leonardo, blockchain e realtà virtuale al centro del premio innovazione 2018 - CorCom

IL CONTEST

Leonardo, blockchain e realtà virtuale al centro del premio innovazione 2018

Dedicato a studenti, neolaureati e dottorandi, quest’anno il concorso è aperto per la prima volta anche alle università internazionali. Sistemi cognitivi ed economia circolare gli altri due ambiti di ricerca. Ai vincitori riconoscimenti economici e stage formativi in azienda

05 Lug 2018

A. S.

Nuove tecnologie e sostenibilità: sono i due cardini sui quali si sviluppa il premio Innovazione di Leonardo, l’iniziativa che promuove il dibattito sul valore centrale dell’innovazione come leva di crescita economica e culturale, in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda Onu 2030.

Due le principali novità dell’edizione 2018 del riconoscimento: l’apertura del contest agli atenei internazionali e agli studenti provenienti non sono da facoltà Stem ma anche da quelle di economia. Tutti i dettagli sulle modalità di partecipazione sono pubblicate sul sito del gruppo (www.leonardocompany.com/innovationaward2018)

I vincitori, che saranno tre nella categoria studenti/neolaureati e tre in quella dottorandi/Phd, saranno premiati con stage di formazione in azienda e riconoscimenti economici.

WHITEPAPER
Come migliorare la redditività grazie alla digital transformation nel settore industriale
Digital Transformation
IoT

Tra gli obiettivi del premio c’è anche quello di sostenere l’orientamento all’innovazione dei dipendenti di Leonardo in tutto il mondo: i progetti aziendali hanno, infatti, dato vita negli anni a importanti soluzioni tecnologiche – spiega l’azienda in una nota – circa il 23% dei brevetti nel portafoglio di Leonardo nasce dal Premio Innovazione e di questi il 97% ha peraltro trovato applicazione in sistemi, prodotti e servizi.

Al centro dell’edizione 2018 de premio innovazione ci saranno quattro temi: realtà virtuale e realtà aumentata (tra i servizi a volare aggiunto possibili in questo campo ci sono quelli delle applicazioni di human machine interface e i simulatori di volo e di missione); sistemi cognitivi e le tecnologie basate sull’intelligenza artificiale, l’image recognition e il machine learning (da utilizzare ad esempio per la manutenzione predittiva, per i sistemi di comunicazione radar, per al security e per i sistemi di obstacle avoidance e di search and rescue); blockchain (utile nel gruppo soprattutto nel campo della sicurezza, della cybersecurity e dell’Ict); economia circolare, con l’obiettivo di arrivare a u uso più efficiente delle risorse.