IL FINANZIAMENTO

Leonardo, dalla Bei 260 milioni per l’innovazione in chiave Esg

Le risorse del prestito “Sustainability-Linked” saranno destinate ad attività di ricerca e sviluppo nei settori dell’elettronica per la Difesa, lo Spazio e la Security

08 Nov 2022

Domenico Aliperto

Leonardo e la Banca Europea per gli Investimenti (Bei) hanno firmato un contratto di finanziamento per 260 milioni di euro.

Gli obiettivi strategici del finanziamento

Il prestito “Sustainability-Linked”, si legge in una nota, è finalizzato a promuovere le attività di Ricerca, Sviluppo e Innovazione negli ambiti dell’elicotteristica, della sicurezza e elettronica per la difesa e spazio, nonché le attività di ricerca svolte dai Leonardo Labs, contribuendo allo stesso tempo alla lotta ai cambiamenti climatici. Il prestito, che avrà una durata massima di 12 anni e un periodo di preammortamento fino a quattro anni, prevede un aggiustamento del margine in base al raggiungimento da parte di Leonardo di determinati indicatori legati agli obiettivi Esg.

WHITEPAPER
Pagamenti digitali: la sfida si contende sul campo dell’Intelligenza Artificiale
Pagamenti Digitali
Digital Payment

“Questo finanziamento permetterà a Leonardo di avere un contributo importante per gli investimenti ad alto contenuto tecnologico nell’elicotteristica, nella sicurezza, nelle infrastrutture informatiche, nell’elettronica commerciale, nello spazio e nei Leonardo Labs, per lo sviluppo di nuove tecnologie all’avanguardia”, commenta Alessandro Profumo, Ceo di Leonardo. “È il primo finanziamento nel settore dell’A&D in cui uno dei target Esg selezionati è legato alla tecnologia, in particolare l’aumento della potenza di calcolo pro capite di Leonardo, come abilitatore chiave e booster nella nostra ricerca, simulazione numerica, big data analytics e intelligenza artificiale. L’altro Kpi è la riduzione delle emissioni di CO2”, continua Profumo, “a conferma dell’impegno di Leonardo nel contribuire alla lotta ai cambiamenti climatici”.

La partnership tra Bei e Leonardo

Il finanziamento consentirà a Leonardo di avere accesso a uno strumento di finanziamento a lungo termine a condizioni più favorevoli di quelle offerte sia sul mercato bancario che su quello obbligazionario oltre a una flessibilità nei tempi di tiraggio del finanziamento che potrà avvenire entro i prossimi 15 mesi.

Si tratta della quarta operazione realizzata tra Bei e Leonardo. La prima, interamente rimborsata, del valore di 500 milioni di euro, risalente al 2009, è stata finalizzata allo sviluppo e alla produzione di componenti aeronautici tecnologicamente innovativi. La seconda, del valore di 300 milioni di euro risalente al 2018 e la terza, per ulteriori 200 milioni di euro conclusa nel 2020, miravano invece a sostenere progetti di investimento in quattro aree specifiche di intervento relative allo sviluppo di prodotti ad alto contenuto tecnologico nel settore elicotteristico, Cyber security, Advance manufacturing (Industry 4.0) ed Investimenti in zone di coesione.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3