Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

I RISULTATI

Lg in sofferenza, divisione mobile col segno meno

Male anche l’elettronica di consumo e la divisione display: il produttore sud-coreano subisce un brusco calo degli utili complessivi mentre il segmento smartphone finisce in rosso

29 Ott 2015

Patrizia Licata

Se la sud-coreana Samsung riesce a contrastare la crisi nel segmento mobile grazie alla forza del business dei componenti, non va altrettanto bene per la connazionale Lg Electronics, i cui utili nel terzo trimestre risentono fortemente del rallentamento nelle attività smartphone e elettronica di consumo.

Le revenues di Lg sono cresciute solo dello 0,7% anno su anno a 14.710 miliardi di won mentre l’utile operativo è crollato a 294 miliardi di won rispetto ai 465 miliardi di un anno fa e l’utile netto si è quasi dimezzato a 125 miliardi contro 203 miliardi di won nel terzo trimestre 2014, anche a causa dei risultati deludenti della controllata Lg Display.

Nella divisione mobile, le revenues sono in calo del 21% anno su anno e del 7% rispetto al secondo trimestre a 3.380 miliardi di won. L’attività legata agli smartphone è ora in rosso, con un margine operativo di -2,3%, mentre nel secondo trimestre registrava ancora il breakeven. Lg ha venduto 14,9 milioni di smartphone nel terzo trimestre, in aumento del 6% rispetto allo scorso, ma in calo dell’11% anno su anno. Mentre si rafforza negli Stati Uniti è proprio in Sud Corea che Lg perde share di mercato. L’azienda si aspetta di subire ancora gli effetti della serrata concorrenza nel quarto trimestre, che metterà sotto pressione la capacità di guadagnare sui cellulari, ma punterà sui nuovi modelli Nexus 5X e V10 per riguadagnare redditività.

Nella divisione elettronica di consumo, Lg ha registrato una flessione delle vendite del 5% a 4.290 miliardi di won; il margine operativo è migliorato allo 0,9% rispetto a -2,1% del secondo trimestre, ma risulta in netto calo rispetto a un anno fa (+3%). A danneggiare Lg è soprattutto la bassa domanda di televisori, ma anche le fluttuazioni valutarie pesano, ha detto l’azienda, che ora ha intenzione di concentrarsi sul segmento premium delle Tv Oled e Ultra-Hd per tornare a crescere.