Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

NEW DEVICE

L’identità digitale in un token wireless: la nuova sfida delle Camere di Commercio

Tagliavanti: “Non un gadget ma uno strumento a servizio delle imprese”. Sarà possibile accedere ai servizi online della PA e firmare digitalmente i propri documenti da qualsiasi dispositivo, anche in mobilità

17 Apr 2019

Mila Fiordalisi

Direttore

L’identità digitale in un token wireless: è questa la novità battezzata dalle Camere di Commercio italiane. Il nuovo strumento, pensato per la digitalizzazione e la semplificazione delle attività d’impresa, consentirà l’accesso alle informazioni e ai servizi messi a disposizione dalle Camere di commercio, ma soprattutto di “dialogare” in tutta sicurezza con imprese operative nel territorio italiano e anche oltreconfine. In dettaglio, sarà possibile accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione e firmare digitalmente i propri documenti da qualsiasi dispositivo, anche in mobilità.

Non si tratta dell’ennesimo gadget digitale”, ci tiene a precisare Lorenzo Tagliavanti, Presidente della Camera di Commercio di Roma e di InfoCamere. “Siamo di fronte a un salto di qualità culturale perché il Token Wireless mette a disposizione di chi fa impresa, in modo semplice e intuitivo, tutte le potenzialità dell’identità digitale per avere accesso in real time ai propri dati e pieno controllo sulla gestione quotidiana della propria azienda. Le Camere di Commercio sono consapevoli che la  sfida della digitalizzazione si gioca innanzitutto sul piano della diffusione di una cultura digitale alla portata di tutti, inclusiva. Oggi facciamo un passo avanti su questa strada che resta comunque lunga per recuperare il gap accumulato e che richiede una collaborazione sempre più stretta tra istituzioni, imprese e professionisti. Perché da soli non si vince”.

Da parte sua il Direttore Generale di InfoCamere, Paolo Ghezzi, ricorda che “con il ‘cassetto digitale dell’imprenditore’ dalla metà del 2017 le Camere di Commercio hanno portato direttamente sullo  smartphone dell’imprenditore, in modo gratuito, tutti i documenti ufficiali dell’impresa. Oggi circa 300.000 imprese su un potenziale di oltre 6 milioni accedono in mobilità e sicurezza alla propria visura,  anche tradotta in inglese, agli ultimi 3 bilanci, allo statuto e al libro soci, alle certificazioni ambientali e di qualità, alle attestazioni di rating di legalità e a tutte le pratiche inviate agli Sportelli unici per le attività produttive (Suap) di circa 3.800 Comuni”.

Il Token Wireless si integra nel sistema DigitalDna – la nuova soluzione delle Camere di Commercio per la gestione dell’identità digitale – e “garantisce la migliore esperienza d’uso possibile grazie all’adozione di sistemi di autenticazione innovativi e sicuri, come il riconoscimento di impronte digitali o quello facciale”, si legge nella nota emessa a seguito della presentazione del Token.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2