Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L'OPERAZIONE

Linkem cresce in Go Internet: esercitati i diritti di opzione sull’aumento di capitale

Confermata l’importanza della partnership industriale da parte dell’azionista in quota con il 21,22%. La rete Wimax verso la commerciale in overlay 5G ready

23 Gen 2019

Linkem ha esercitato totalmente i diritti di opzione relativi all’aumento di capitale di Go Internet – di cui è azionista al 21,22% -per un controvalore totale di 1.054.944 euro.  “L’esercizio dei diritti di opzione da parte di Linkem conferma l’importanza della partnership industriale siglata l’anno scorso con Go internet per la condivisione dello spettro. Grazie a questo accordo, stiamo già trasformando la nostra porzione di rete Wimax in una rete commerciale in overlay 5G ready” commenta Alessandro Frizzoni, Amministratore Delegato di Go Internet. “Questa notizia – continua l’Ad – conferma l’impegno della nostra società sul versante dell’innovazione a favore dei consumatori e giunge in un momento propizio sul piano operativo. In virtù della proroga dei diritti in banda 3.4-3.6 GHz fino al 2029, per la quale Go internet ha già versato al Mise l’importo dovuto di 2,7 milioni di euro, abbiamo infatti l’orizzonte temporale necessario per pianificare la migrazione dell’intera rete Go internet in 5G, un investimento fondamentale per continuare a crescere e restare competitivi”.

In dettaglio lo scorso 10 gennaio il cda di Go Internet ha approvato le condizioni definitive dell’aumento di capitale da offrire in opzione agli azionisti, in esecuzione della delibera dall’assemblea del 27 dicembre scorso. Saranno emesse fino a un massimo di 6.213.462 nuove azioni ordinarie che saranno offerte agli azionisti nel rapporto di 6 nuove azioni ogni 13 possedute, al prezzo di 0,80 euro (di cui 0,10 euro a titolo di sovrapprezzo), per un controvalore complessivo pari a massimi 4,97 milioni. L’offerta in opzione è finalizzata, in primis, a dotare la società delle risorse finanziare necessarie per il pagamento dei contributi riconnessi alla proroga dei diritti d’uso delle frequenze Bwa in banda 3400-3600 MHz per il periodo dal 1° luglio 2023 al 31 dicembre 2029. Inoltre, Go Internet  – si legge in una nota della società – potrà reperire nuove risorse per il perseguimento degli obiettivi strategici previsti dal piano industriale 2019-2023 e continuare nell’implementazione ed espansione dell’infrastruttura di rete 5G ready in overlay mediante l’installazione di nuovi apparati nelle Marche e in Emilia Romagna. Ciò anche attraverso lo sfruttamento delle sinergie derivanti dall’accordo di frequency sharing sottoscritto con Linkem il 24 marzo 2018.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

A
Alessandro Frizzoni

Aziende

G
go internet
L
linkem

Approfondimenti

5
5g
M
mise
S
spettro
W
wimax

Articolo 1 di 2