Lo smart working alla sfida new normal: Cisco e Google lanciano nuove funzionalità - CorCom

LO SCENARIO

Lo smart working alla sfida new normal: Cisco e Google lanciano nuove funzionalità

La società guidata da Chuck Robbins presenta l’upgrade della piattaforma Webex Suite pensata per abilitare il lavoro e gli eventi in modalità ibrida. Dal canto suo BigG mette in campo “Workspace per tutti” con una serie di new features: per utilizzarla basterà avere un account Gmail

14 Giu 2021

A. S.

Dopo l’emergenza pandemia il futuro dello smart working e degli eventi sarà “ibrido”. E per adeguarsi a questo nuovo scenario i big player del settore stanno mettendo in campo le prorpie piattaforme abilitando nuove funzionalità e allargando il più possibile la base utenti. E’ il caso di Cisco, che ha appena annunciato la disponibilità della nuova piattaforma Webex Suite, e di Google, che ha deciso di allargare la disponibilità di Workspace a tutti gli utenti che dispongano di un account Gmail.

Secondo un recente studio realizzato da Cisco, il 98% delle riunioni future includeranno almeno un partecipante in remoto. Questa modalità mista di lavoro, che unisce interazioni a distanza e di persona, sta impattando la cultura del lavoro, le modalità di coinvolgimento dei partecipanti negli eventi e la tecnologia. Per questo la prospettiva verso cui si sta muovendo il mercato è quella di andare al di là della tradizionale sala conferenze, per ripensare e supportare i nuovi requisiti degli eventi e di una forza lavoro ibridi.

Per andare incontro a queste nuove esigenze Webex ha messo in campo oltre 800 novità, tra nuove funzionalità e nuovi dispositivi, da settembre a oggi, e ha deciso di lanciare la nuova Webex suite, una piattaforma tecnologica che include importanti innovazioni che danno luogo ad ambienti di lavoro ed eventi ibridi e inclusivi, offrendo livelli ineguagliabili di personalizzazione e sicurezza.

“Il business collaboration di Cisco è indispensabile per i nostri clienti – spiega Chuck Robbins, Ceo di Cisco – Grazie alle oltre 800 innovazioni, tra nuove funzionalità e dispositivi, annunciate da settembre a oggi, abbiamo la più completa soluzione di gestione delle riunioni, chiamate, messaggistica ed eventi presente sul mercato, in grado di sostenere il futuro del lavoro ibrido”.

“Per operare con successo nell’era del lavoro ibrido, le aziende devono assicurarsi che le loro soluzioni siano flessibili, inclusive, abilitanti, sicure e facilmente gestibili dall’IT – aggiunge Jeetu Patel, senior vice president e general manager di Cisco Security and Collaboration – La nuova Webex Suite garantisce pari opportunità e possibilità di esprimersi all’interno di una realtà di lavoro ibrido”.

Le nuove funzionalità di Cisco Webex Suite

La nuova Webex Suite, con un look and feel rinnovato, supporta la collaborazione in ambienti di lavoro ibridi a un costo inferiore del 40% rispetto all’acquisto di singole soluzioni. A questo si aggiunge l’integrazione delle funzionalità di coinvolgimento del pubblico acquisite recentemente da Slido e, disponibili a breve, gli strumenti di gestione degli eventi ibridi di Socio.

La nuova piattaforma prevede inoltre la possibilità di abilitare strumenti di interazione con il pubblico come sondaggi, quiz, sessioni di domande e risposte e altro ancora, grazie a Slido, la prima soluzione per il coinvolgimento del pubblico che si integra in ogni tipo di esperienza di collaborazione. Grazie alla funzionalità My Voice Only integrata in Webex, è possibile eliminare i rumori di fondo e ottimizzare il parlato negli spazi di lavoro condivisi e in remoto, concentrarsi in questo modo esclusivamente su ciò che sta dicendo la persona che parla. La funzionalità People Focus, presentata all’inizio dell’anno, sarà disponibile in Webex nel corso del 2021.  People Focus utilizza il machine learning e l’intelligenza artificiale per inquadrare individualmente i partecipanti alla riunione in modo che anche chi è collegato in remoto si senta più coinvolto. Webex Desk è un potente dispositivo di collaborazione all-in-one ideale per la scrivania di casa o dell’ufficio. Inoltre, nuove esperienze di collaborazione immersiva saranno disponibili grazie a interazioni touch abilitate da RoomOS, il quale connette i flussi di lavoro con un minor cambio di contesto, così come la piattaforma Webex Assistant Skills che apre un universo di estensioni potenziate dalla voce per integrare facilmente e con continuità più controlli, contenuti e applicazioni per i dispositivi Webex. La piattaforma prevede inoltre la funzionalità di “Data Loss prevention” in tempo reale, grazie alla quale i contenuti sensibili non potranno essere inviati nelle chat di Webex e non sarà necessario cancellarli automaticamente dopo che sono stati pubblicati. Agli utenti non sarà così possibile pubblicare contenuti sensibili, piuttosto che cancellarli dopo che sono stati pubblicati. Inoltre, i clienti europei di Webex saranno in grado di ospitare ed elaborare i loro contenuti all’interno dell’UE. Gli utenti Webex beneficeranno anche di opzioni di cifratura end-to-end e di verifica delle identità. In altre parole, i clienti non dovranno scegliere tra usabilità e sicurezza, poichè avranno entrambi.

Le nuove funzionalità di Google Workspace

Google annuncia oggi una serie di aggiornamenti basati sulla propria vision di offrire a chiunque, tramite Google Workspace, una soluzione unica e integrata per la comunicazione e la collaborazione. Oggi, gli oltre 3 miliardi di utenti all’attivo – dai consumatori finali, alle aziende, all’ambito education – hanno accesso a tutta l’esperienza offerta da Google Workspace, tra cui Gmail, Chat, Calendar, Drive, Docs, Sheets, Meet e altro ancora.

Lato Google, oltre a offrire un accesso Google Workspace a tutti, l’azienda annuncia una serie di innovazioni per affrontare sfide e opportunità tipiche di un mondo del lavoro ibrido: L’evoluzione da Rooms (Stanze virtuali) in Google Chat a Spaces, una nuova modalità di subscription individuale: Google Workspace Individual; Nuove funzionalità di Google Meet in favore di una collaboration equity e nuove funzionalità per sicurezza e privacy in Google Workspace

“La collaborazione non si ferma al luogo di lavoro. Fin dall’inizio i nostri prodotti sono stati ottimizzati per permettere maggiore partecipazione, condivisione e helpfulness – spiega Javier Soltero, vice president e general manager di Google Workspace – Il nostro focus è offrire a utenti finali, lavoratori, insegnanti e studenti un equo approccio alla  collaboration, offrendo al contempo la flessibilità che consenta loro di adottare il proprio approccio alla comunicazione e alla collaborazione”.

“Offrire  ai lavoratori l’accesso ai migliori strumenti di collaborazione e a tutte le informazioni, indipendentemente dal luogo in cui essi si trovano, è in cima alle priorità di ogni azienda, soprattutto per quanto riguarda un ritorno all’ufficio – aggiunge Patrick Moorhead, principal analyst, Moor Insights & Strategy – Con questo aggiornamento, Google Workspace sta dando vita a un nuovo vantaggio competitivo attraverso l’ottimizzazione di una singola esperienza connessa su tutti i propri prodotti, fino ad oggi riservata a clienti enterprise ed education e ora estesa anche a utenti finali e singoli imprenditori”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3