Lusso e digitale, si rafforza l’alleanza Bocconi-Lvmh

Nasce l’associate professorship in fashion and luxury management. Tra le iniziative di lancio una competition che coinvolgerà Loro Piana e una recruiting date per gli studenti

17 Mar 2016

A.S.

Nasce all’Università Bocconi la Lvmh associate professorship in Fashion and luxury management. Frutto di un accordo quinquennale tra l’ateneo e il brand del lusso, la professorship è stata assegnata a Emanuela Prandelli, professore associato di Management. “I benefici derivanti dall’uso del digitale nell’industria del lusso sono sempre stati difficili da misurare – ha detto Prandelli nel corso della lectio magistralis in apertura degli LVMH Days 2016, che ha avuto come tema la sfida digitale nell’industria del lusso – Il trade-off tra distanza e vicinanza con gli utenti genera questioni delicate sull’opportunità di farne un uso intenso. Una risposta potrebbe essere il coinvolgimento degli utenti attraverso ambienti digitali che prevedano qualche forma di esclusività e distanza sociale”.

Lo scopo della professorship, si legge in una nota della Bocconi, è il sostegno alle attività di ricerca, didattica e istituzionali dell’Università nel settore del fashion and luxury management. I risultati verranno presentati, alla fine di ogni anno, con gli Lvmh Days.

La giornata è proseguita con la presentazione agli studenti dei bienni e dei master Bocconi dell’Lvmh Challenge, una competition sui temi del brand positioning che coinvolgerà uno dei marchi del Gruppo: Loro Piana. Gli studenti, suddivisi in gruppi, dovranno studiare una strategia adatta a reingaggiare i clienti tradizionali in mercati maturi. Tutti i componenti del gruppo vincitore avranno l’opportunità di fare uno stage presso Loro Piana.

Infine, gli studenti Bocconi hanno incontrato i responsabili del personale di undici marchi del Gruppo nel corso dell’Lvmh recruiting date, un evento informale di networking nel corso del quale i ragazzi avranno l’occasione di presentare il proprio cv e raccogliere informazioni sui diversi marchi e sulle loro politiche di recruiting.

“Siamo lieti di stringere ancora di più il rapporto con Lvmh – afferma Andrea Sironi, rettore della Bocconi – Grazie a questo accordo il contributo della Bocconi agli studi di management del lusso potrà crescere, insieme alle opportunità di apprendimento e impiego per i nostri studenti”.

“Con questa importante partnership – sottolinea Chantal Gaemperle, direttore risorse umane Lvmh – l’azienda marca il suo impegno e la sua volontà di valorizzare la creatività e i valori di eccellenza che costituiscono la forza dei suoi marchi”.