IL PROGETTO

Mascherine chirurgiche, è italiana la prima linea produttiva 4.0

In campo il Competence Industry Manufacturing 4.0 e 23 partner. L’impianto pilota, controllato da remoto in real time, consente di realizzare 80 pezzi al minuto. Digital Twinning per simulare le attività operative e di taratura

08 Giu 2020

Enzo Lima

È italiana la prima linea industriale 4.0 per la produzione di mascherine chirurgiche destinate alle imprese italiane e alla collettività. Il progetto pilota vede in campo il Competence Industry Manufacturing 4.0, costituito da Politecnico e Università di Torino, e 23 partner.

La linea pilota consentirà di implementare e testare tecnologie innovative e materiali sempre più ecosostenibili e di replicare linee automatiche di produzione di Dispositivi di Protezione Individuali presso altre aziende. È basata su sistemi modulari che minimizzano i costi specifici di investimento e una componentistica “aperta” per consentire miglioramenti hardware e software e testing di soluzioni innovative 4.0 da parte delle imprese e delle start up dell’ecosistema italiano. Il processo produttivo consente di realizzare 80 pezzi al minuto e può essere a ciclo continuo h24.

“Il nostro obiettivo è di mettere al servizio del Paese e ovviamente della Regione in cui operiamo le competenze e le metodologie 4.0 finalizzate al trasferimento tecnologico – spiega il ceo di Cim 4.0 Enrico Pisino -. Questa è la strategia che abbiamo seguito per realizzare anche questa linea pilota: un processo di produzione industriale tradizionale reso digitale e smart, grazie al contributo nostro e di importanti partner industriali, finalizzato a produrre in Italia un bene necessario a contrastare la diffusione del virus. Una dimostrazione concreta e tempestiva di come la competenza, la tecnologia, il gioco di squadra e un approccio sistemico possano consentire operazioni sinergiche e allo stesso tempo funzionali ai bisogni reali della collettività e allo sviluppo economico delle filiere produttive”.

WHITEPAPER
Vita da CEO: quali sono gli strumenti necessari ai manager per vincere le sfide professionali
CIO
Digital Transformation

La linea nasce grazie alla collaborazione fattiva dei consorziati del Cim 4.0 e al coinvolgimento di una serie di Pmi innovative, in particolare Tecnocad, azienda specializzata nella progettazione e responsabile della produzione, Nimca Group attivo nella vendita e distribuzione di dispositivi di protezione individuale (che si occuperà della diffusione delle mascherine) e Icre in campo per l’installazione e l’automazione di linee produttive che sta già operando per replicare questa iniziativa.

La nuova linea oltre ad adottare i principi del World Class Manufacturing, consente il monitoraggio in real-time e il controllo da remoto del processo produttivo, per poter garantire la massima efficienza di produzione possibile ed individuare tempestivamente anomalie, anche grazie a logiche di manutenzione predittiva finalizzate a minimizzare i fermi macchina. Il progetto prevede anche il Digital Twinning della linea, per poter simulare le attività operative e di taratura e consentire di ottimizzare i Kpi (Key Performance Indicators) di produzione.

I partner di Cim 4.0

4d Engineering; Agilent Technologies Italia; Aizoon Consulting; Avio Aero; Cemas Elettra; Consoft Sistemi; Eni; Fca Italy; Fev Italia; GM Global Propulsion Systems; Illogic; Iren; Italdesign Giugiaro; Leonardo; Merlo; Michelin Italiana; Politecnico Di Torino; Prima Industrie; Reply; Siemens; Skf Industrie; Stmicroelectronics; Thales Alenia Space Italia; Tim; Università Degli Studi Di Torino

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4