PAGAMENTI DIGITALI

Mastercard – PostePay, via alla digitalizzazione delle richieste di pagamento

Le due società al lavoro per implementare la soluzione “Request to Pay”: l’acquirente che riceve la notifica dal retailer sul proprio device e può scegliere se accettarla e procedere alla transazione

11 Ott 2022

Lorenzo Forlani

Mastercard e PostePay hanno annunciato che presto lanceranno una soluzione che digitalizza le richieste di pagamento: si chiama “Request to Pay” (Rtp), e consente di richiedere il pagamento di un bene o di un servizio, in modalità digitale ed in tempo reale. L’acquirente che riceve la richiesta sul proprio device mobile o web, può scegliere se accettarla e procedere così al pagamento.

Come funziona Request to Pay

La soluzione è applicabile in diversi ambiti di business, dai pagamenti online a quelli ricorrenti di fatture o bollette e di tributi, passando per lo scambio di fondi tra persone. La partnership tra l’azienda tecnologica internazionale che opera nel settore dei pagamenti e la società del Gruppo Poste Italiane ha l’obiettivo di realizzare una soluzione innovativa, più semplice ed efficiente per digitalizzare le richieste di pagamento, semplificandone la gestione. Gli acquirenti potranno beneficiare di un unico punto di accesso per la visualizzazione e l’esecuzione dei propri pagamenti, con flessibilità e in pochi click attraverso l’App PostePay. La soluzione consentirà anche di consultare direttamente uno storico unificato delle spese in formato digitale, per tenerle sempre sotto controllo. 

Gestione più semplice per gli imprenditori

Per i soggetti creditori e i titolari di imprese ed esercizi commerciali, la Rtp avrà l’effetto di semplificare la gestione degli incassi, rendendo più efficienti i flussi in entrata e la gestione dei pagamenti. Secondo la ricerca Mastercard “Together Towards Tomorrow: sfide e opportunità della digitalizzazione per i business”, infatti, il 75% di imprese ed esercenti intervistati auspica ed accoglie con favore una maggiore digitalizzazione. 
 
“Request to Pay” va ad arricchire il portafoglio di soluzioni e applicazioni di Mastercard e PostePay, che offrono agli utenti flessibilità e controllo elevati. Queste soluzioni rientrano infatti nella missione comune delle due aziende di promuovere un’economia digitale inclusiva, della quale tutti possano beneficiare ovunque si trovino grazie a transazioni sicure, semplici, veloci e accessibili, attingendo anche all’expertise aziendale di Mastercard maturata in contesti internazionali come quello degli Stati Uniti, dove è già stata lanciata la soluzione di Bill Pay Exchange.

Siracusano: “contribuiamo al cambiamento delle abitudini dei consumatori”

“La partnership con Mastercard – ha affermato Marco Siracusano, Amministratore Delegato di PostePay Spa – si inserisce nel processo di sviluppo digitale di Poste Italiane per cogliere nuove opportunità di mercato e contribuisce al cambiamento delle abitudini dei consumatori, attraverso il miglioramento dell’esperienza di pagamento e di incasso. La consolidata esperienza di PostePay, unita al ruolo di Mastercard nel mercato dei pagamenti internazionali, rappresentano i principali driver per il successo di “Request to Pay”, una soluzione innovativa – ha aggiunto Siracusano – che consentirà di ampliare l’ecosistema PostePay con servizi integrati a beneficio di tutti i nostri clienti, con l’opportunità di estendere l’offerta anche oltre i confini nazionali”. 

Barnett: “Rtp favorirà sia i consumatori che i venditori”

“Siamo entusiasti di lavorare al fianco di PostePay per continuare a semplificare e ad innovare i pagamenti per consumatori, imprese ed esercenti, per costruire un ecosistema inclusivo e sostenibile. Lanciando “Request to Pay” in Italia, siamo certi che la soluzione favorirà non solo i consumatori, offrendo loro controllo, flessibilità e sicurezza maggiori, ma fornirà anche una modalità più efficiente e conveniente ai venditori per garantire un servizio di assistenza di livello, migliorando sensibilmente la digitalizzazione delle imprese”, ha invece affermato Mark Barnett, Presidente di Mastercard Europe
 
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4