Maxi alleanza Google-Ford: Android “motore” della connected car, prima volta al mondo - CorCom

AUTOMOTIVE

Maxi alleanza Google-Ford: Android “motore” della connected car, prima volta al mondo

La partnership, della durata di sei anni, consentirà di creare una serie di servizi innovativi e accelerare il piano di digital transformation. Riflettori sul cloud per l’adozione di intelligenza artificiale e machine learning. Nasce Team Usphit, una squadra congiunta per spingere il progetto

01 Feb 2021

Mila Fiordalisi

Direttore

Una partnership unica nel suo genere: così Google, in una conferenza stampa virtuale organizzata a livello globale, ha annunciato il maxi accordo, della durata di sei anni, messo a segno con Ford.

Il progetto fa leva su due grandi pilastri: da un lato si punta ad accelerare la digital transformation della casa automobilistica e dall’altro a lanciare una serie di servizi e funzionalità innovativi a bordo dei veicoli, tutti equipaggiati con sistema operativo Android che farà da “motore” alle connected car dei brand Ford e Lincoln. E nell’ambito della partnership Ford ha scelto Google Cloud in qualità di principale fornitore cloud per spingere anche l’adozione di tecnologie quali intelligenza artificiale e machine learning. Gli effetti della partnership si potranno toccare con mano a partire dal 2023 su milioni di veicoli connessi dotati di servizi e app integrati della galassia Google. E le due aziende creeranno una squadra operativa congiunta -il Team Upshift – che si occuperà proprio della progettazione dei nuovi servizi e delle “esperienze” per i clienti.

“Ford continua la sua profonda trasformazione con l’elettrificazione, la connettività e la guida autonoma. L’unione con Google crea un concentrato di innovazione in grado di offrire un’esperienza di livello superiore ai clienti e di modernizzare la nostra attività “, ha sottolineato Jim Farley, Presidente e ceo di Ford.

“Dalla prima catena di montaggio in movimento alla più recente tecnologia di assistenza alla guida, Ford ha stabilito il ritmo innovazione per l’industria automobilistica da quasi 120 anni “, ha sottolineato Sundar Pichai, ceo di Google e Alphabet. “Siamo orgogliosi di collaborare per applicare il meglio di AI, analisi dei dati, elaborazione e cloud di Google, piattaforme che aiuteranno a trasformare il business di Ford e sviluppare tecnologie automobilistiche che proteggano le persone e  consentano la connettività”.

In qualità di fornitore di servizi cloud privilegiato a partire dalla fine dell’anno, Google aiuterà Ford a sfruttare Google Cloud facendo leva su tecnologie AI, machine learning e analisi dei dati per accelerare la trasformazione digitale della casa automobilistica. Con Google Cloud, Ford prevede di migliorare ulteriormente l’esperienza dei clienti con tecnologia differenziata e servizi personalizzati; accelerare la modernizzazione dello sviluppo del prodotto, della produzione e della catena di fornitura e della gestione, inclusa l’esplorazione dell‘utilizzo dell’IA anche per la formazione dei dipendenti e per erogare prestazioni delle apparecchiature dell’impianto ancora più affidabili; tracciare rapidamente l’implementazione di modelli di business basati sui dati per poter erogare ai clienti avvisi in tempo reale come richieste di manutenzione o avvisi di permuta. E ci saranno tutta una serie di aggiornamenti over-the-air.

A partire dal 2023, i clienti Ford e Lincoln a livello globale inizieranno a trarre vantaggio concreto con esperienze digitali uniche basate sul sistema operativo Android e con le app Google e servizi integrati, che includono mapping e tecnologia vocale. Con l’Assistente Google, i conducenti possono tenere gli occhi sulla strada e le mani sul volante abilitando comandi con la sola voce.  Google Maps diventerà il navigatore principale dei veicoli,  con informazioni sul traffico in tempo reale, cambio di rotta automatico, guida di corsia e altro ancora. Con Google Play, i conducenti avranno accesso alle loro app preferite per ascoltare musica, podcast, audiolibri e altro ancora. Queste app sono ottimizzate e integrate per l’uso a bordo del veicolo. Android in macchina consente inoltre a Ford e sviluppatori di terze parti di creare app che forniscono costantemente un’esperienza migliorativa e sempre più personalizzata.

“Siamo ossessionati dalla creazione di prodotti e servizi Ford distintivi”, ha evidenziato Farley. “Questa integrazione consentirà ai nostri team di innovare per i clienti Ford e Lincoln fornendo al contempo l’accesso alle app e ai servizi di livello mondiale di Google”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA