Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

McBook Air e Lion: le nuove “creature” di casa Apple

Svelata la versione aggiornata del mini-pc. Jobs: “È l’incontro tra un MacBook e un iPad”. Aggiornamenti anche sul versante software: alla settima edizione il sistema operativo Os X

21 Ott 2010

Un nuovo sistema operativo e un restyling per il McBook Air. Queste
le principali novità in casa Apple presentate da Steve Jobs a San
Francisco. “Ci siamo chiesti cosa sarebbe successo se un MacBook
e un iPad si fossero incontrati, questo è il risultato” ha
spiegato Jobs per introdurre gli aggiornamenti alla linea del suo
portatile più piccolo.

Parlare di netbook però non è corretto, i nuovi pc si inseriscono
comunque nella fascia degli ultraportatitili, mini-pc con elevate
prestazioni. Due le versioni, la classica da 13.3 pollici con
risoluzione di 1440×900 pixel e una più compatta da 11.6 pollici
con display da 1366×768 pixel. I nuovi laptop sono ultrasottili e
leggerissimi (1,06 Kg per l'11 pollici e 1,32 Kg per il 13
pollici), pur mantenendo una Cpu Core2 Duo e una soluzione grafica
nVidia 320M come sui fratelli maggiori.

La nuova famiglia di ultrasottili è inoltre dotata di instant on,
per un'accensione immediata e una durata in stand-by di ben 30
giorni (7 ore di utilizzo per il 13 pollici e 5 ore per l'11
pollici). I prezzi oscillano tra i 999 euro del modello base più
compatto fino ai 1.599 per il modello grande più capiente. Il
prezzo di partenza del MacBook Air da 13,3 pollici è di 1.299
euro.

Il guru di Cupertino ha poi annunciato la settima versione di Os X,
denominata Lion e disponibile dalla prossima estate, che integrerà
alcune caratteristiche di iOs, riportandole al mondo Mac (da qui il
nome dell’evento "Back to the Mac"). L’Os 10.7 Lion
includerà per la prima volta anche uno "store" di
applicazioni, il Mac App Store, studiato per bissare il successo
dell'App Store sui dispositivi portatili della Mela.

Sarà inoltre presente Facetime, la videoconferenza per gli iPhone
4 e iPod Touch, che consente di videochattare tra computer e con i
dispositivi mobili. FaceTime per Mac utilizza automaticamente i
contatti della Rubrica Indirizzi in modo che non sia necessario
creare liste speciali di contatti, e funziona con la videocamera e
il microfono integrati sui Mac.

Da registrare infine la versione rinnovata della suite iLife, il
programma Apple per gestire foto, modificare video e file musicali.
La versione iLife del 2011 costerà 49 dollari, invece dei 29
dollari del software del 2009.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link