Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

L'INIZIATIVA

Microsoft Italia, formazione per 3mila giovani

Redmond in collaborazione con Cnca e Fondazione Adecco per le pari opportunità lancia “Giovani & lavoro. IT fattore abilitante”. Il programma è rivolto a ragazzi disoccupati di 11 regioni

25 Lug 2012

P.A.

Alfabetizzazione informatica, corsi di inserimento al lavoro per preparare un cv efficace, selezionare le offerte di lavoro e prepararsi ai colloqui, avviamento al lavoro e supporto per iniziare un’attività in proprio: questi i punti salienti del progetto di Microsoft e Cnca (Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza) in collaborazione con Fondazione Adecco per le Pari Opportunità rivolto a 3.000 giovani in cerca di lavoro. Il progetto “Giovani & lavoro. IT fattore abilitante” è rivolto a ragazzi tra i 16 e i 28 anni in cerca di occupazione.

La collaborazione tra Microsoft e Cnca è giunta al 6° anno e quest’anno il progetto, attivo fino a giugno 2013, coinvolgerà i giovani delle comunità Cnca di 11 regioni, 2 in più rispetto allo scorso anno.

“Il progetto “Giovani e lavoro. IT fattore abilitante” è nato per raggiungere un obiettivo ambizioso e davvero attuale, ovvero fornire ai giovani delle comunità Cnca gli strumenti per avvicinarsi al mondo del lavoro – ha detto Roberta Cocco, Direttore Responsabilità Sociale di Microsoft Italia – Sono davvero orgogliosa di questo progetto che da 6 anni sottolinea ulteriormente l’impegno di Microsoft verso i giovani, ponendo l’accento su un tema delicato come quello della ricerca del lavoro”.

“Anche in questa occasione partecipiamo con entusiasmo al progetto “Giovani e lavoro. IT fattore abilitante” promosso da Microsoft, perché sposa pienamente i valori e gli obiettivi della nostra Fondazione – spiega Claudio Soldà, segretario generale Fondazione Adecco per le Pari Opportunità – che ha come mission l’educazione al lavoro finalizzata all’integrazione professionale di persone in situazione di svantaggio, che hanno maggiori difficoltà nella ricerca di un’occupazione”.

“Da diversi anni il Cnca e Microsoft collaborano per sviluppare le competenze informatiche dei soggetti più deboli – dice Armando Zappolini, presidente del Cnca, la Federazione a cui aderiscono circa 250 organizzazioni di tutta Italia e che è presente in tutti i settori del disagio, dell’emarginazione e della promozione del benessere sociale – Siamo convinti che queste abilità siano davvero cruciali per chi è coinvolto in un processo di inserimento lavorativo. In questo nuovo progetto la formazione digitale è accompagnata da una più incisiva azione di orientamento e di accrescimento dell’occupabilità dei giovani coinvolti. La sinergia con Microsoft ci permetterà di offrire questa opportunità di crescita personale e professionale a circa 3.000 giovani in 11 regioni italiane. Un’ulteriore dimostrazione che una grande impresa transnazionale e una federazione nazionale non profit possono condividere obiettivi e metodologie di lavoro all’insegna di una reale responsabilità sociale”.

Argomenti trattati

Approfondimenti

C
cnca
M
Microsoft
R
Roberta Cocco