Mise-Enea: Mila Fiordalisi fra i migliori "comunicatori dell'efficienza" - CorCom

IL RICONOSCIMENTO

Mise-Enea: Mila Fiordalisi fra i migliori “comunicatori dell’efficienza”

Il riconoscimento “per la professionalità e la continuità nell’assicurare un’ampia informazione” assegnato nell’ambito della Campagna sull’Efficienza Energetica Italia in Classe A

22 Feb 2017

Mila Fiordalisi, condirettore di CorCom, si è aggiudicata un riconoscimento speciale nell’ambito della Campagna sull’efficienza energetica Italia in Classe A promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico (Mise) e dall’Enea per premiare i “migliori comunicatori dell’efficienza”.

La Giuria, presieduta dal presidente dell’Enea Federico Testa, composta dal viceministro dello Sviluppo Economico Teresa Bellanova, Claudia Canevari vicedirettore dell’Unità per l’Efficienza Energetica della DG Energia della Commissione europea, Antonio Funiciello, capo dello Staff del Presidente del Consiglio, Roberto Moneta e Ilaria Bertini, rispettivamente responsabile e responsabile aggiunto dell’Unità Efficienza Energetica Enea ha deciso di assegnare a Mila Fiordalisi il riconoscimento “per la professionalità e la continuità nell’assicurare un’ampia informazione sui temi dell’efficienza energetica”.

“L’informazione ha un ruolo essenziale per far conoscere le opportunità e i benefici dell’efficienza energetica come motore di sviluppo, occupazione, reddito e benessere”, ha detto il presidente Federico Testa.

Da parte sua il vice ministro Bellanova ha sottolineato che “se l’Italia ha la leadership, riconosciuta anche a livello europeo del maggior numero di diagnosi energetiche delle grandi imprese questo lo si deve a un’azione capillare e pervasiva, alla capacità di accompagnare lungo il percorso dell’efficienza le nostre aziende. Infatti, con oltre 15mila diagnosi energetiche effettuate da oltre 8mila imprese, siamo primi nella classifica Ue, un vero successo visto che il totale delle analisi effettuate in Italia supera il numero complessivo di quelli di tutti gli altri Paesi europei”.