WEB

Mise, nuova veste per il sito: più accessibile anche da mobile

Operativo il nuovo portale del ministero dello Sviluppo economico. Pensato per rendere la navigazione più veloce e intuitiva, consente la condivisione dei contenuti sui social network

28 Nov 2014

A.S.

mise-141128115432

E’ online da oggi il nuovo sito del ministero dello Sviluppo economico, che conta su una veste grafica completamente rinnovata e si pone l’obiettivo di agevolare la facilità di accesso e la fruibilità dei contenuti.

“Con un milione e mezzo di utenti e più di 11 milioni di pagine viste nel 2014 – si legge in una nota del ministero – il sito del Mise è uno dei più utilizzati da imprese e cittadini nell’ambito della Pubblica amministrazione”.

Il nuovo sito, spiegano dal Mise, è stato progettato per migliorare l’esperienza degli utenti, rendendo più intuitiva la navigazione e offrendo le informazioni in modo semplice e veloce. L’obiettivo è garantire un facile accesso ai contenuti attraverso la disponibilità di percorsi organizzati per tipologia di utente (cittadino, azienda, media) e per aree tematiche (energia, comunicazioni, impresa, commercio internazionale). Speciali approfondimenti sono inoltre dedicati agli incentivi e alla tutela dei consumatori.

“Pensato per essere usato con facilità anche sui dispostivi mobili, tablet e smartphone, il nuovo sito è diventato ancora più fruibile nelle singole pagine – si legge nella nota – riorganizzate e rese più pulite e coerenti. La dimensione social e la condivisione dei contenuti sono inoltre favoriti dall’integrazione con Twitter e dalla disponibilità di feed RSS”.

Il sito aggiornerà gli utenti su notizie, approfondimenti, normativa, bandi e strumenti di sostegno alle imprese, con particolare attenzione alla politica industriale, energetica, dell’internazionalizzazione e delle comunicazioni. “Lo sviluppo del sito – conclude la nota – verrà portato avanti con un processo di miglioramento continuo, pensato su misura degli utenti”.

Argomenti trattati

Approfondimenti

M
mise
S
sviluppo economico
T
twitter