Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

TECNOLOGIE

Mit e Fondazione Bruno Kessler insieme per i Big data

L’accordo di collaborazione mira a rafforzare la sinergia tra l’ateneo Usa e il centro di ricerca trentino nello sviluppo di soluzioni dedicate ad aziende e PA

19 Set 2016

Un accordo di collaborazione fra la Fondazione Bruno Kessler (Fbk) di Trento e il Mit (Massachussets Institute of Technology) verrà inaugurato domani da Alex “Sandy” Pentland, uno degli scienziati più citati al mondo. L’accordo rafforzerà la sinergia fra il centro di ricerca trentino e una delle più importanti università di ricerca internazionali. Il programma congiunto riguarderà il campo dei cosiddetti Big Data, la mole di dati digitali che con le nuove tecnologie si stanno quotidianamente moltiplicando, e in particolare quelli provenienti dall’analisi comportamentale per sviluppare innovazioni applicabili alle aziende e al settore pubblico.

Sul tema terrà una relazione Pentland, responsabile del gruppo di ricerca “Human Dynamics” e della Connection Science Initiative al Mit, recentemente definito dalla rivista Forbes “uno dei sette scienziati dei dati piu’ influenti del mondo”. I lavori saranno introdotti dal presidente della Fondazione Bruno Kessler, Francesco Profumo, e dal direttore del Centro Ict della Fbk, Paolo Traverso.

Nel corso della giornata si alterneranno panel di esperti del mondo accademico (Fbk, Università di Pisa, Cnr, Iit, Fondazione Isi), aziendale (Unipol-Sai, Vodafone, Barclays Bank) e delle organizzazioni non governative (Banca Mondiale) per discutere di approcci big data alla medicina, alla finanza e alle smart city.

Argomenti trattati

Approfondimenti

B
big data
F
Fondazione Bruno Kessler
M
mit

Articolo 1 di 4