Mobility in Italy, una carrellata di startup di successo

A Milano focus sui progetti che hanno fatto impresa e sul nuovo pacchetto di semplificazione normativa. Appuntamento il 28 aprile presso lo spazio Base, in via Tortona 54

Pubblicato il 11 Mar 2016

F.Me

startup-160203165104

Sono oltre 5.000 le nuove imprese nate in Italia negli ultimi tre anni. Ogni trimestre, i tassi di crescita sono a doppia cifra. Eppure l’ecosistema è ancora fragile: le startup nascono e sopravvivono, ma poche compiono il salto di qualità. Nel corso di questi mesi, la legge del 2012 che ha introdotto la definizione di startup innovativa nel nostro ordinamento è stata cambiata, rendendola meno rigida: sono nate le Pmi innovative. E proprio per questo segmento di business da incentivare e sostenere sono finalmente arrivate buone notizie: è stato varato un ricco pacchetto di novità, con agevolazioni fiscali e costituzione online senza firma del notaio, accesso facilitato al Fondo di garanzia, regole semplificate in materia di equity crowdfunding.

Di tutto questo si parlerà a Mobility in Italy – giovedì 28 aprile alle ore 10.00 presso lo spazio Base, a Milano in via Tortona 54 – che proprio al mondo delle startup dedicherà un focus e una launch zone, per la presentazione di nuovi progetti, su tutte le aree tematiche dell’evento:


Mobility in Italy analizzerà le opportunità di sviluppo e di fund-raising per le aziende straniere interessate a lanciare in Italia e per le aziende italiane interessate ai mercati esteri (Berlino, Parigi e Londra), fornendo ad entrambe qualificate opportunità di approfondimento e networking nel settore mobilità, con attenzione anche alle sinergie virtuose tra startup, grandi gruppi e settore pubblico.

Ecco alcune delle Startup che a Mobility in Italy presenteranno le loro storie di successo:

– SPIN8. Una piattaforma digitale e innovativa per la ricarica veloce dell’auto elettrica privata, condivisa e di flotte. Startup e spin-off universitario made in Italy.
– CARJUMP. Nata nel cuore di Berlino, l’appCarJump aggrega non solo gli operatori di car sharing a flusso libero, ma anche modelli station based, lo scooter e il bike sharing.
– INVERS. Un leader globale delle tecnologie per il carsharing, con una combinazione innovativa di software e InCar Technology. Oltre 45mila veicoli nel mondo sono equipaggiati con i loro prodotti.
– CLEVERCITI. Un’app che fornisce all’automobilista in cerca di un parcheggio una panoramica dei posti auto disponibili o di quelli occupati e lo guida allo spazio disponibile più vicino.
– EWHEELMOTION. L’innovativo mezzo elettrico a una sola ruota, per la mobilità elettrica minima in sinergia con il movimento del corpo umano.
– ICONIC. Il creativo posto auto coperto auto-assemblabile, facile da costruire e ideato per interfacciarsi con la mobilità elettrica attraverso un nuovo e leggero modello fotovoltaico.
– JOJOB. Servizio di carpooling aziendale attivo in Italia dal 2014, nel 2015 ha coinvolto 50 mila lavoratori e permettendo di evitare l’immissione in atmosfera di 87 tonnellate di CO2.

È confermata la presenza del Sindaco di Milano Giuliano Pisapia e dell’Assessore alla Mobilità Pierfrancesco Maran, per l’apertura della Sessione Plenaria dell’evento.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Argomenti trattati

Approfondimenti

M
mobility in italy