Mobility management, Link in campo per la formazione di esperti - CorCom

L'INIZIATIVA

Mobility management, Link in campo per la formazione di esperti

Via ai corsi online riconosciuti dal Mise e promossi da Travel e Mobility Manager e Travel for business. L’azienda guidata da Maurizio Pompili mette a disposizione l’expertise

17 Mar 2021

Ha preso il via il percorso di formazione online per Mobility Manager riconosciuto dal Mise e promosso da Travel e Mobility Manager e Travel for business. Il corso mira a formare gli aspiranti “Mobility Manager” e ad aggiornare chi svolge già questo ruolo aiutando a sviluppare le competenze necessarie, anche di carattere normativo, consentendodi ottenere 5 crediti formativi utili per l’iscrizione o mantenimento al Registro dei Travel Mobility Manager di Aitmm.

Il corso si avvale della testimonianza dei più importanti attori del mercato con l’obiettivo di offrire un’ampia conoscenza della mobilità sostenibile e del Mobility Management in tutte le sue fasi (analisi, progettazione, confronto, applicazione, revisione, azioni correttive e migliorative).

Tra i testimonial, oltre a Fabio Figus (Mobitaly) e Roberto Minerdo (Emoby), anche Maurizio Pompili, Operation Manager Link Italia e da oltre 7 anni nel management di aziende di micro mobilità in sharing.

“Link nasce come azienda di ingegneria che ha deciso di mettere al centro del suo progetto la tecnologia per la sicurezza delle persone – spiega Pompili – La nostra proposta è diversa da quella che è attualmente sul mercato perché, il nostro impegno è rivolto esclusivamente al servizio del cittadino: il più accurato sistema di Geofencing della categoria, incorporato in ogni veicolo e indipendente da cloud e connessione dello smartphone, l’integrazione del sistema Abs al comparto frenante, che ci permettedi recuperare 2 metri di frenata rispetto alla media e il rilevatore che segnala quando un veicolo è a terra– e quindi fuori uso –sono peculiarità che permettono di offrire un’esperienza di viaggio completa e in tutta sicurezza”.

Secondo Pompili, “nuove opportunità arrivano anche dal privato dove rispondiamo sempre più a specifiche richieste di pacchetti di micro mobilità aziendale. Se da una parte manteniamo il dialogo costante e aperto con le amministrazioni, suggerendo come implementare al meglio il nostro servizioper esempio con l’attuazione delle aree di parcheggio dedicate, dall’altro siamo stati vicini ai cittadini, in particolare siamo riusciti a regalare tantissime corse gratuite a infermieri e studenti, tra i settori più colpiti dalla pandemia”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

M
maurizio pompili

Aziende

L
link italia

Approfondimenti

C
Cloud
M
mobility