IL CASO

MoneyFarm, la startup italiana più finanziata nel mondo

L’impresa fintech ha ottenuto un finanziamento da 7 milioni di dollari. Sta cambiando il settore del risparmio gestito grazie ai robo-advisoor

15 Ott 2016

È la startup italiana più finanziata: circa 30 milioni di dollari ottenuti in cinque anni di vita. È quella che ha chiuso il round più ricco di tutto il 2015: 16 milioni di euro. È l’impresa italiana fintech che ha ottenuto a settembre un finanziamento di quasi 7 milioni di dollari – cifra rivelata dal Financial Times e da altre fonti affidabilissime – da parte di un colosso delle assicurazioni come Allianz. MoneyFarm, società di consulenza finanziaria che sta rivoluzionando il settore del risparmio gestito grazie ai robo-advisor (servizi automatizzati online che offrono consigli per investire anche a chi non ha capitali sufficienti per permettersi un private banker), ha le carte in regola per rivestire il ruolo della superstar dell’ecosistema italiano dell’innovazione.

Anche perché il digital wealth management, ovvero il gestire secondo strumenti digitali i portafogli di investimento, sta crescendo a vista d’occhio: è un mercato che solo negli Stati Uniti potrebbe arrivare a quota 2mila miliardi dollari. La compagnia assicurativa tedesca ha acquisito una quota minoritaria della società fondata nel 2011 da Paolo Galvani e Giovanni Daprà e avrà un posto in consiglio di amministrazione. Con queste risorse, l’azienda italiana, per cui lavorano 60 persone suddivise tra Milano, Londra e Cagliari, potrà aspirare alla base clienti di Allianz (85 milioni nel mondo) e allargare la propria offerta, basata essenzialmente sugli algoritmi computerizzati che elaborano soluzioni finanziarie per i risparmiatori, anche all’insurtech, settore che secondo Cb Insights è cresciuto di sei volte per numero di finanziamenti e ha raccolto, solo nei primi tre mesi del 2016, circa 650 milioni di dollari a livello globale.

WHITEPAPER
Vita da CEO: quali sono gli strumenti necessari ai manager per vincere le sfide professionali
CIO
Digital Transformation

Le trattative tra il gigante assicurativo e Moneyfarm sono andate avanti per un anno. Al momento sono allo studio alcune sinergie, operative dal 2017, tra cui la possibilità, per Moneyfarm, di far investire online in modo automatizzato e l’allargamento del proprio business anche al risparmio previdenziale.

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
Allianz
M
MoneyFarm
S
startup