Moovit passa nelle mani di Intel. Prossima la fusione con Mobileye - CorCom

L'OPERAZIONE

Moovit passa nelle mani di Intel. Prossima la fusione con Mobileye

Dopo i rumors la conferma: il colosso dei chip sborsa 900 milioni di dollari per la società israeliana titolare della app di mobilità urbana che in Italia è già stata adottata da 80 amministrazioni pubbliche

05 Mag 2020

Antonio Dini

Moovit is a Mobility-as-a-Service (MaaS) platform company best known for its mobile application that provides public transit and navigation data to simplify urban mobility in 3,100 cities around the world. Intel Corporation announced on May 4, 2020, that it would acquire the company. The app experience will not change and the company will continue to serve users, customers and partners with the exceptional level of service, professionalism and dedication they’ve come to expect. (Credit: Moovit)

Dopo le indiscrezioni la conferma: Intel annuncia l’acquisizione per 900 milioni di dollari dell’istraliana Moovit, azienda specializzata in Mobility-as-a-Service (MaaS). La app omonima di Moovit è conosciuta per la sua applicazione di mobilità urbana che offre ai viaggiatori di tutto il mondo la pianificazione di viaggio multimodale, combinando trasporto pubblico, servizi di scooter e biciclette, ride-hailing e car-sharing. L’acquisizione di Moovit è strategica per Intel perché consente alla controllata Mobileye di diventare sempre più un fornitore di mobilità completo, includendo servizi di robotaxi, che si stima costituire un’opportunità da 160 miliardi di dollari entro il 2030.

“L’enorme base di utenti di Moovit – commenta Amnon Shashua, ceo di Mobileye –, i dati proprietari del trasporto, la community di editor globale, le strette collaborazioni con partner chiave nell’ecosistema di trasporto e mobilità, e un team con elevate competenze, sono ciò che lo rendono un ottimo investimento. Moovit è un brand forte sul quale fanno affidamento centinaia di milioni di persone in tutto il mondo. Insieme, grazie alle estese capacità di Mobileye nelle tecnologie di mappatura e di guida autonoma, saremo in grado di accelerare la nostra tabella di marcia per trasformare il futuro della mobilità”.

Moovit ha oltre 800 milioni di utenti e servizi in 3.100 città di 102 Paesi Italia inclusa, dove lavora in sinergia con numerose amministrazioni pubbliche di oltre 80 città italiane.

Mobileye, spiega l’azienda in un comunicato, è uno dei motori di crescita per Intel, nell’evoluzione dell’azienda per un mondo in cui l’esponenziale crescita dei dati alimenta la domanda di soluzioni tecnologiche capaci di elaborare, trasferire e conservare una quantità di dati maggiori e più velocemente. Intel infatti sta investendo ed espandendo per soddisfare le nuove opportunità di mercato basate sull’uso intenso di dati, che comprendono il mercato in rapida delle tecnologie di dati per la mobilità. Alla conclusione del processo di acquisizione, Moovit si unirà a Mobileye ma conserverà il suo brand e le partnership esistenti.

WHITEPAPER
Costruire agilità in modo rapido per la tua azienda: 5 passi essenziali
Digital Transformation
Storage

“Siamo entusiasti di unire le forze con Mobileye e portare avanti la rivoluzione futura dei nuovi servizi di mobility: la mobilità è un diritto fondamentale degli esseri umani”, sottolinea il ceo e co-fondatore di Moovit Nir Erez.

Moovit è stata fondata nel 2012 ed è basata a Tel Aviv e conta circa 200 impiegati. L’azienda ha incrementato di sette volte il numero di utilizzatori negli ultimi 24 mesi ed ha anche siglato una partnership strategica con i principali operatori di ride-sharing e le aziende del settore mobilità per analisi, itinerari, ottimizzazione e operazioni per la MaaS.

Con questa acquisizione, Mobileye potrà utilizzare l’ampio set di dati proprietari sul trasporto di Moovit, per ottimizzare le tecnologie predittive basate sulla richiesta dei clienti e gli schemi ricorrenti del traffico. Potrà, inoltre, attingere all’archivio dati di oltre 7.500 agenzie e operatori di trasporto principali, e migliorare l’esperienza degli oltre 800 milioni di utilizzatori di tutto il mondo.

@RIPRODUZIONE RISERVATA