MoveFifty, maxi-sfida per i 190mila dipendenti di Capgemini - CorCom

MoveFifty, maxi-sfida per i 190mila dipendenti di Capgemini

30 Giu 2017

Capgemini prosegue i festeggiamenti per il suo 50° anniversario con “MoveFifty”, una sfida dedicata ai 190.000 dipendenti della società. Con “MoveFifty”, tutti i dipendenti dei paesi in cui Capgemini è presente si uniranno per raccogliere fino a 100.000€, da destinare a 3 enti benefici che operano a favore dell’istruzione: Ciudad Quetzal, Enlight e Cap Sur Le Code. Ogni chilometro percorso da giugno a ottobre contribuirà alla donazione finale, prevista in occasione del 50° anniversario di Capgemini.

Per i prossimi quattro mesi, i dipendenti di Capgemini potranno partecipare a MoveFifty e dare così il proprio contributo alla raccolta fondi attraverso due modalità: accumulando più chilometri possibili grazie all’applicazione KM for Change, che conta i chilometri percorsi durante qualunque tipo di movimento o attività fisica (corsa, bicicletta, nuoto o camminata), per raccogliere fondi fino a un massimo di 50.000€ (tale cifra sarà poi suddivisa tra diverse associazioni di beneficienza, in base al numero di chilometri stabiliti per ogni singolo progetto); partecipando a una sfida virtuale sui social media, grazie alla quale Capgemini donerà altri 50.000€ grazie ai dipendenti che condivideranno un minimo di 200.000 post su Instagram, Facebook e Twitter utilizzando l’hashtag #Capgemini50, creato ad hoc per il 50esimo anniversario della società.

«In questi 50 anni, Capgemini è stata una società sempre in movimento, in continua evoluzione e mai ferma. Con l’iniziativa MoveFifty vogliamo rappresentare i nostri valori di innovazione, di divertimento e spirito di squadra», ha dichiarato Raffaella Poggio, Marketing & Communication Director e CSR Lead di Capgemini Italia. «Sono certa che in questi mesi i nostri 3.500 colleghi italiani accoglieranno la sfida di muoversi per supportare le 3 comunità nelle quali viviamo e lavoriamo. Molti di loro sono dei veri maratoneti ma ognuno di noi potrà scegliere come macinare chilometri: l’importante è muoversi!».

I 3 enti benefici ai quali verranno destinati i proventi dell’iniziativa MoveFifty sono tutti impegnati nel campo dell’istruzione e molti dei dipendenti Capgemini vi operano come volontari: Ciudad Quetzal, in Guatemala, fornisce ai bambini guatemaltechi della comunità di Ciudad Quetzal un’infrastruttura scolastica di base. Nel 2014, le forti piogge hanno distrutto la scuola locale, costituita da una sola aula. Grazie ai dipendenti di Capgemini, attivamente coinvolti attraverso un contributo volontario mensile e attraverso il fondo dedicato, sono stati raccolti 67.000$ in 9 mesi, che hanno permesso di costruire una nuova scuola composta da 4 aule, comprensiva di arredi e servizi igienici. Due ulteriori progetti sono attualmente in corso. Enlight, in India, lavora con ragazze provenienti da famiglie svantaggiate di comunità emarginate e fornisce loro un’istruzione di qualità. L’obiettivo della società è che ogni ragazza porti a termine almeno 10 anni di studi. Infine Cap Sur Le Code, in Francia, ha come obiettivo quello di insegnare ai bambini dagli 8 ai 14 anni come sviluppare programmi informatici e coding in un contesto divertente e coinvolgente. Il progetto è stato co-ideato e lanciato a giugno 2016 da Capgemini, Cantine Numèrique e CCO Nantes.

Argomenti trattati

Approfondimenti

C
capgemini