Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

IL PROGETTO

Mps scommette sull’open innovation: al via l’Officina

Dal 1° febbraio al 18 marzo sono aperte le iscrizioni al contest: veranno selezionate soluzioni di startup e pmi innovative in grado di migliorare esperienza cliente, offerta e processi della banca. L’Ad Morelli: “Innovazione leva di ripresa economica”

31 Gen 2018

F. Me

Si chiama “Officina Mps” il nuovo progetto di Banca Monte dei Paschi di Siena nato con l’obiettivo di valorizzare la crescita di realtà imprenditoriali ad alto contenuto tecnologico e innovativo, perseguendo allo stesso tempo il rafforzamento dell’esperienza cliente, il miglioramento dei processi aziendali e lo sviluppo dell’offerta commerciale.

“L’innovazione è una leva chiave per sostenere la ripresa economica, favorire un ricambio generazionale del tessuto imprenditoriale e porre le basi per la crescita del Paese – spiega Marco Morelli, Ad di Banca Monte dei Paschi di Siena – Con “Officina Mps” vogliamo creare una collaborazione virtuosa tra la Banca e l’ecosistema digitale italiano per selezionare in modo continuativo progetti da applicare in banca che accelerino ulteriormente il percorso di cambiamento che abbiamo avviato”.

L’iniziativa si articola attraverso un processo di selezione che prevede la presentazione da parte dei candidati di progetti dettagliati con soluzioni implementabili nell’ambito del business di Banca Mps. Le domande possono essere inserite dal 1° febbraio al 18 marzo 2018 sul sito internet www.officina.mps.it.

Le startup e le pmi innovative individuate lavoreranno fianco a fianco con selezionati manager della banca per individuare le migliori modalità di implementazione delle loro soluzioni in BMps,  un’occasione di crescita per tutte le parti coinvolte. I primi potranno testare e verificare l’applicabilità dei loro progetti in un contesto reale, i secondi accresceranno le loro competenze contaminandosi direttamente con chi fa innovazione, dando ulteriore impulso al percorso di cambiamento già avviato dalla Banca.

Le startup e le pmi metteranno a punto delle proposte progettuali da applicare in BMps: la migliore riceverà un contributo di 25.000 euro ed avrà l’opportunità di implementare la propria soluzione in Banca.

La partecipazione alla selezione è completamente gratuita ed offre la possibilità di far emergere e sviluppare nuove idee e potenzialità appositamente studiate per il contesto di Banca Mps, anche mettendo in collegamento le startup con aziende già consolidate, attraverso una serie di azioni e iniziative a supporto della loro crescita.

Le candidature saranno giudicate sulla base della forza innovativa in termini di distintività e differenziazione dell’offerta, dell’applicabilità, ovvero la potenzialità ed il grado di attrattività dei progetti e delle startup ai fini di possibili collaborazioni e/o partnership con la Banca, della capacità del team proponente di gestire progettualità realizzative anche in contesti complessi e della capacità di presentare l’iniziativa imprenditoriale in modo efficace in termini di comunicazione.

Alla fine della fase di presentazione delle candidature la Mps procederà ad una prima selezione di 21 startup che parteciperanno ad un evento dedicato dove potranno illustrare le principali caratteristiche del progetto e le opportunità di applicazione al contesto di BMps. Verranno quindi scelte le 7 finaliste che avranno accesso alla fase successiva e lavoreranno singolarmente di concerto con il management Mps per identificare un’applicazione concreta dell’innovazione al contesto della Banca in ottica di “Co-progettazione” da realizzare in tempi rapidi.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link