Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Nasce alla Sapienza di Roma la prima facoltà di Ict

Elettronica, Tlc e robotica le aree di studio. A novembre via ai corsi. Il prof Baldoni: “Utilizzeremo un approccio multidisciplinare”

23 Set 2010

Nasce all’università Sapienza di Roma la prima facoltà di Ict
in Italia. La nuova facoltà, temporaneamente chiamata “Facoltà
di Ingegneria dell'Informazione, Informatica e
Statistica", sarà incentrata sull'innovazione scientifica
e potrà fin da subito vantare una massa critica di circa trecento
ricercatori dall'elettronica, alle telecomunicazioni, alla
robotica fino alla statistica applicata.

Il progetto, come spiega Roberto Baldoni, docente del Dipartimento
di Informatica e Sistemistica all’università Sapienza “nel
processo di razionalizzazione dell'università che ha portato
che ha portato i Dipartimenti da 106 a 67 e le Facoltà da 23 a
11”.

La facoltà nasce già forte dei rilevanti recenti successi nella
ricerca internazionale (due ricercatori hanno appena avuto
assegnati finanziamenti milionari dell'European Research
Council ndr) e delle numerose iniziative Europee a cui partecipa
nel campo della ricerca applicata e della didattica.

“L'integrazione tra le varie componenti della Facoltà di Ict
– conclude Baldoni – creerà certamente le migliori condizioni
per realizzare progetti di Ict complessi e multidisciplinari ad
alto valore di innovazione”. La facoltà di Ict entrerà
formalmente in vigore il 1 novembre mentre il preside sarà eletto
già nel mese di ottobre.