Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Nasce l’assistente virtuale “intelligente”

Dream & Co lancia AvClick, l’applicazione che interagisce con gli utenti durante la navigazione

29 Set 2009

La Dreams&Co ha lanciato AvClick, l’avatar virtuale che
accompagna gli utenti durante la navigazione.

Il modello base di AvClick è scaricabile gratuitamente sul sito di
WebAgent (brand di Dreams & Co). L’avatar parlante si può
“caricare” su qualsiasi portale: le animazioni, renderizzate in
real time, creano spostamenti naturali in sincrono con le risposte
vocali, trascritte nello stesso momento in cui sono enunciate,
così da soddisfare anche le regole di accessibilità ai siti
web.

“AvClick è in grado di commentare i contenuti del sito web sul
quale viene installato, sintetizzando i concetti considerati dal
cliente di reale valore aggiunto”, spiega l’azienda.

È possibile gestire lo sviluppo e l’inserimento dell’AvClick
all’interno del sito web in completa autonomia utilizzando due
strumenti: ClickEdit, l’interfaccia web che permette di
configurare, inserire nel sito e gestire tutte le funzionalità di
AvClick e Logator, che permette di conoscere in tempo reale ciò
che i visitatori stanno cercando. Questa funzionalità permette fra
l’altro alle aziende utilizzatrici di analizzare i comportamenti
degli utenti (anche attraverso statistiche dettagliate) per
pianificare eventuali campagne marketing e più in generale per
soddisfare al meglio le esigenze della clientela.

Alla versione gratuita e scaricabile online si possono aggiungere
alcuni moduli a pagamento. “Chiamami subito” trasforma
l’avatar in un “collaboratore” attivo: l’avatar provvede a
registrare il numero telefonico fornito dal cliente per poi
consentire un successivo contatto diretto con le figure aziendali
più adatte a soddisfare specifiche richieste. Il modulo
“Lingue” permette all’avatar di dialogare anche in lingue
diverse dall’italiano.