Nasce Wekiwi, l'energia diventa digitale - CorCom

LA STARTUP

Nasce Wekiwi, l’energia diventa digitale

Dalla firma del contratto all’assistenza clienti, tutti i contatti con il gestore per la fornitura di elettricità e gas avvengono online tramite un’app. Offerta rivolta soprattutto ai millennials per risparmiare tempo e promuovere il consumo consapevole

21 Mar 2016

A.S.

Il termine “Wekiwi” nasce dall’unione di due termini inglesi, “We” come “noi” e “Kiwi” come abbreviazione di Kilowatt. Si tratta del nuovo brand dell’energia online, “primo fornitore di energia elettrica e gas naturale in Italia a offrire una user experience completamente digitale – si legge in una nota della startup – dalla sottoscrizione del contratto all’assistenza clienti”. L’obiettivo è quello di dare “una connotazione precisa di un’azienda trasparente, aperta e social”, un operatore smart che ha l’obiettivo di promuovere un consumo consapevole dell’energia.

Tutto questo sarà possibile attraverso il controllo autonomo dei consumi, grazie a un’applicazione che consentirà a ogni utente di sapere in tempo reale quanto spende. Con un semplice configuratore, spiega l’azienda in un comunicato, l’utente può scegliere la carica più adatta ai suoi consumi e in 3 minuti può sottoscrivere il contratto via web senza nessun intermediario e senza la necessità di altre formalità.

L’energia elettrica e il gas vengono considerate commodity a basso valore aggiunto, con scarsa differenziazione del prodotto e dell’offerta – spiega la nota – I recenti e veloci cambiamenti nel settore dell’energia, la molteplicità dei diversi operatori sul mercato, hanno disatteso le aspettative dei consumatori che spesso non hanno trovato un riscontro positivo nel cambio di fornitore. wekiwi vuole proprio invertire questa tendenza, imponendosi sul mercato con prezzi estremamente competitivi e allo stesso tempo cambiando il modo di rapportarsi con il cliente”.

Il pubblico di riferimento dell’offerta sono soprattutto i millenials, “una fascia di popolazione che vive una realtà permeata dalla tecnologia e dal digitale, sempre connessa, anche in mobilità – spiega l’azienda – e che richiede strumenti e servizi semplici e veloci per risparmiare tempo, ma che è attenta al consumo ragionato e consapevole”.

Ma come funziona in pratica wekiwi? Il cliente sceglie una carica mensile, senza stime arbitrarie da parte del fornitore, stabilendo così l’importo delle proprie fatture, che saranno poi conguagliate solo con i consumi effettivi. La carica non scade mai, se si consuma meno, l’importo non speso verrà riaccreditato. Inoltre, per risparmiare ancora, viene proposto al cliente di ridurre il numero di fatture: la fatturazione quadrimestrale sarà gratuita, ma se il cliente vuole una fatturazione trimestrale o bimestrale dovrà sostenere un “modesto costo”.

Attraverso l’app il cliente potrà verificare se sta consumando di più o di meno della carica stabilita, gestire la propria fornitura e inoltrare le proprie richieste. Sul sito wekiwi, inoltre, è disponibile un’area riservata per gestire le proprie forniture. Per tutti i clienti che non chiamano wekiwi al telefono e inoltrano le proprie richieste da app o area riservata del sito è previsto uno sconto. L’utente sarà informato sul prezzo dell’energia alla fonte e sui ricarichi applicati sui prezzi all’ingrosso.

Argomenti trattati

Approfondimenti

E
elettricità
E
energia
G
gas
S
startup