Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L'IPO

Nexi verso la Borsa, il valore potrà toccare quota 8 miliardi

La paytech company guidata da Paolo Bertoluzzo definisce i termini della quotazione attesa entro aprile. Tra un minimo di 8,50 e un massimo di 10,35 euro il prezzo individuato per azione

26 Mar 2019

L. O.

Nexi più vicina al debutto in Borsa. In vista del collocamento previsto entro aprile la paytech company ha individuato l’intervallo di valorizzazione indicativo del prezzo delle azioni tra un minimo di 8,50 euro e un massimo di 10,35 euro per azione. Una forchetta che valuta il gruppo tra 7,1 e 8,1 miliardi.

Emerge da una nota della stessa società nella quale si precisa che l’offerta comprenderà azioni di nuova emissione (per un controvalore complessivo di circa 700 milioni) rivenienti da un aumento di capitale con esclusione del diritto di opzione e azioni esistenti.

L’ aumento di capitale è funzionale alla riduzione dell’indebitamento finanziario della società guidata dall’ad Paolo Bertoluzzo, che quindi alla chiusura dell’offerta, al netto degli oneri per il processo di quotazione e per il rifinanziamento del debito pari a circa 70 milioni e all’aumento di capitale di 700 milioni, risulterà di 1,7 miliardi.

Il conseguente intervallo di valorizzazione indicativa dell’equity value di Nexi sarà quindi compreso tra un minimo di circa 5,4 miliardi e un massimo di circa 6,4 miliardi. Il prezzo di offerta delle azioni sarà determinato secondo il meccanismo dell’open price, al termine del collocamento Istituzionale, tenendo conto, tra l’altro, delle condizioni del mercato mobiliare domestico e internazionale e della quantità e qualità delle manifestazioni d’interesse ricevute dagli investitori istituzionali.

Nell’ambito dell’Offerta, BofA Merrill Lynch, Banca Imi (Gruppo Intesa Sanpaolo), Credit Suisse, Goldman Sachs International, e Mediobanca – Banca di Credito Finanziario agiranno in qualità di joint global coordinator e joint bookrunner, mentre Banca Akros, Barclays Bank Plc, Citigroup Global Markets Limited, Hsbc, Mps Capital Services, Ubi Banca, Ubs Investment Bank e UniCredit Corporate & Investment Banking agiranno in qualità di joint bookrunner. Banca Imi (Gruppo Intesa Sanpaolo) e Banca Akros agiscono inoltre in qualità di sponsor ai fini della Quotazione. Evercore agisce in qualità di advisor finanziario di Nexi nel contesto dell’offerta.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

P
Paolo Bertoluzzo

Approfondimenti

B
borsa
E
e-payment
F
Fintech
N
Nexi

Articolo 1 di 5