Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Non solo low cost. Debuttano i tablet e gli smartphone hi-end by Huawei

Sempre più ricco il catalogo di terminali “brandizzati” dell’azienda cinese che punta al terzo posto della classifica mondiale della telefonia mobile. Da oggi online il nuovo sito in lingua italiana dedicato ai device

04 Nov 2011

Obiettivo: essere i numeri 3 nel mercato della telefonia mobile
mondiale. È questo l'ambizione di Huawei, il gigante cinese,
che, attraverso la sua nuova (e aggressiva) proposta di smartphone
e tablet punta forte sul mercato italiano, uno dei principali
Europa occidentale che, come spiega il vicepresidente Roberto
Loiola, è il secondo mercato dopo quello domestico.

"Puntiamo a una democratizzazione dello smartphone, in linea
con il momento che stiamo vivendo", ha detto Daniele De
Grandis, Executive Director di Huawei Italia da circa un mese, con
il compito di definire la strategia della divisione con
l’obiettivo di ampliare il business e la brand reputation della
divisione Huawei device sul territorio nazionale. "Abbiamo
l’obiettivo di posizionarci tra i primi tre player mondiali di
telefonia. Oggi presentiamo diversi nuovi prodotti, da un tablet da
7” a uno smartphone hi-end con processore dual core da 1,4 GHz
che ampliano ulteriormente la nostra offerta", ha
ricordato.

E in effetti una delle novità è proprio che, oltre ai prodotti
più 'base', con prezzi aggressivi, ora la compagnia cinese
si sta aprendo a telefoni di gamma più alta, come Honor, con il
suo display 4 pollici da 16 milioni di colori e la batteria con la
durata più lunga fra i telefoni della sua gamma, o come il
MediaPad, che monta l'ultima release di Android, la 3.2, e un
processore dual-core da 1,2 gigahertz. Oltre a questi, uniti dal
claim "Let's simply share", che vuole sottolineare la
predisposizione di Huawei alla condivisione di contenuti, la
multinazionale ha presentato anche Vision e Sonic, che girano su
Android 2.3 Gingerbread; tutti pezzi che dovrebbero aiutare,
assieme ai business più tradizionali per il gruppo, a superare i
31 miliardi di dollari di fatturato, di cui 450 in Italia, dove, a
metà novembre, sarà aperto un centro di ricerca e sviluppo.

E proprio per sfondare nel mondo consumer anche con prodotti a
marchio proprio, e non solo andando assieme agli operatori, Huawei
ha lanciato un nuovo sito internet dedicato, www.huaweidevice.it,
che ha lo scopo di avvicinarsi alle esigenze degli utenti italiani,
con immagini e contenuti multimediali che si collegano ai
principali social network. "La nostra strategia ci ha portato
a investire nella progettazione e realizzazione di un portale web
dedicato ai nostri clienti", ha aggiunto Loiola, secondo cui
poi la compagnia è "veramente entusiasta di poter supportare
chi vuole acquistare i nostri prodotti".

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link