IL CONTEST

Noovle Cloud Challenge: vincono Asc27, Aindo e Bunnyshell

Più di 650 le realtà che hanno partecipato al premio dell’azienda del gruppo Tim che puntava a individuare le migliori promesse anche nel campo dell’intelligenza artificiale. Focus su e-health, sostenibilità e containerizzazione

14 Lug 2022

A. S.

cloud-computing

Selezionare le migliori giovani promesse nell’ambito del cloud e dell’intelligenza artificiale. E’ questo l’obiettivo della “Noovle cloud challenge”, il contest promosso da Tim attraverso la cloud company Noovle, di cui oggi sono stati annunciati i vincitori. Si tratta di due società italiane, Asc27 e Aindo, e di una proveniente dalla Romania, Bunnyshell.

Alla challenge hanno partecipato complessivamente più di 650 realtà provenienti da diversi ecosistemi di innovazione e fondi di investimento, tra le quali ne sono inizialmente state selezionate 90, delle quali 41 sono approdate alla fase finale.

Le aziende premiate, si legge in una nota, potranno accedere al programma di partnership ideato da Tim, Noovle e Google Cloud e rivolto ai digital player, che offre risorse e strumenti per ampliare e potenziare il business, consolidando la collaborazione tra le aziende per lo sviluppo di use case e soluzioni innovative.

L’obiettivo della challenge, prosegue la nota – era quello di far emergere le realtà imprenditoriali più innovative in grado di sfruttare le potenzialità del Cloud e dell’Intelligenza Artificiale per offrire soluzioni in diversi ambiti: E-Health, per ottimizzare l’efficienza e la gestione dei servizi lungo la filiera della salute; sostenibilità, per ridurre le emissioni di Co2 e l’utilizzo dei combustibili fossili; containerizzazione, per supportare un’architettura cloud basata su microservizi.

I vincitori sono stati annunciati nel corso di un evento a Torino, nella cornice delle Officine grandi riparazioni, che ospitano il Centro di Eccellenza per il Cloud e l’Intelligenza Artificiale, inaugurato lo scorso dicembre da Noovle, Google Cloud e Intesa Sanpaolo nell’ambito del progetto Opening Future, studiato per accrescere le competenze digitali di cittadini, studenti, startup e imprese.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5