Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

SERVIZI

Noovle e InfoCert portano la Pec sulle Google App

Noovle e InfoCert realizzano TrustApp: consente di usare l’ambiente di collaborazione cloud di BigG anche per la gestione della Posta elettronica certificata e delle fatture elettroniche

13 Nov 2014

Facilitare la dematerializzazione di documenti e processi aziendali, rendere più semplice l’invio della posta certificata, l’applicazione della firma, dei marchi temporali, infine poter archiviare documenti a norma di legge. Queste sono le promesse di trustApp, un’applicazione/servizio accessibile dallo store di Google e capace di aggiungere funzioni “trusted” integrate nell’interfaccia di produttività e collaborazione online Google App.

“Abbiamo pensato che fosse il modo migliore per facilitare e rendere fruibili anche a PMI, studi professionali e PA locale i servizi della nostra piattaforma LegalCloud – spiega Danilo Cattaneo, direttore Generale di InfoCert -. In questo modo possiamo offrire su larga scala strumenti e processi finora sviluppati ad hoc per banche e altri grandi clienti”. TrustApp nasce da un team congiunto tra InfoCert e il cloud solution provider Noovle. “TrustApp permette la gestione di Pec, firma e altri processi certificati da qualsiasi dispositivo mobile o fisso capace di far girare un browser – precisa Paolo Vannuzzi, ceo e cmso di Noovle – con il vantaggio di usare le stesse interfacce Gmail e Google App già usate da milioni di utenti per gestire posta e documenti in ambiti non soltanto consumer”. Pensato per l’uso aziendale, trustApp prevede una console con cui gli amministratori possono facilmente abilitare singoli utenti o gruppi all’uso degli strumenti certificati, schermando alcuni adempimenti burocratici previsti dalle normative.

Con 32 milioni di euro di fatturato nel 2013, 5 milioni e mezzo di certificati di firma digitale emessi, 1,4 milioni di Pec gestite e 600 milioni di documenti archiviati, InfoCert ha oggi un ruolo significativo in Italia come certification authority. L’adozione della dematerializzazione presso PA e imprese ma anche la recente estensione su scala europea di alcuni dettati di legge già presenti nella normativa italiana danno agli operatori del settore nuove opportunità per servizi su larga scala e non più solo a livello nazionale.

Una prospettiva a cui InfoCert e Noovle possono mirare grazie all’adeguamento della piattaforma tecnica per l’erogazione dei servizi che ha richiesto un anno di lavoro. Integratore e partner di grandi fornitori cloud come Amazon e Google, impegnato in progetti innovativi nel campo del mapping geografico e delle soluzioni For Work di Google, Noovle scommette su un prossimo cambio di paradigma nel modo d’intendere la gestione dei documenti e dei processi aziendali, in grado di tenere in considerare sia le prerogative aziendali sia quelle individuali un po’ come già accade con l’uso personale e aziendale degli smartphone.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link