Oltre 400 candidature per il bando "Think for social" - CorCom

Oltre 400 candidature per il bando “Think for social”

04 Giu 2015

Si è conclusa a Trento la prima fase di selezione di Think for Social, il bando promosso da Fondazione Vodafone Italia per premiare i progetti più innovativi che utilizzano la tecnologia come strumento di sviluppo sociale in collaborazione con Polihub, l’incubatore di impresa del Politecnico, gestito dalla Fondazione Politecnico di Milano.

Il bando, rivolto a organizzazioni non profit, a gruppi di studenti ed a partnership nate da organizzazioni non profit e imprese, è stato aperto da febbraio 2015 fino alla fine di aprile ed ha raccolto oltre 400 candidature di progetti negli ambiti salute e benessere, cultura e istruzione e agricoltura, alimentazione e ambiente.

“Dopo una prima selezione su carta delle candidature ricevute, 20 squadre hanno partecipato all’Innovation Weekend – si legge in una nota Vodafone – due giorni di confronto con esperti del mondo start up e mentori. Al termine di queste due giornate i candidati hanno presentato i propri lavori in una sessione di pitching davanti alla giuria esaminatrice con un ospite d’eccezione: il presidente di fondazione Vodafone Italia Alex Zanardi“.

La giuria, composta da Massimo Russo, Direttore di Wired, Linda Laura Sabbadini, Direttrice del Dipartimento delle Statistiche Sociali e Ambientali dell’Istat, David Orban CEO di Dotsub, Francesca Fedeli, cofondatrice di Fight the Stroke, Mario Calderini, Professore di Strategia e Management dell’Innovazione del Politecnico di Milano, Stefano Mainetti, Consigliere Delegato di Polihub e da Maria Cristina Ferradini, Responsabile del dipartimento di Sostenibilità e Fondazione Vodafone Italia, ha votato i 10 finalisti che proseguiranno il percorso di incubazione con il supporto di Polihub.

I progetti che hanno superato questo primo traguardo sono: #Skool, hub ad alta densità tecnologica per l’apprendimento di soggetti con bisogni educativi speciali (Torino); Bepart, piattaforma di realtà aumentata che consente a chiunque di mostrare la propria arte (Milano); Breading App, piattaforma B2B per ottimizzare le eccedenze alimentari (Monza e Brianza); Clip4All, kit fai da te per permettere alle persone con disabilità di costruirsi in autonomia i propri strumenti di accesso a pc e tablet (Bologna); D-Heart , elettrocardiogramma via smartphone (Genova); Energy Wise Communities, sistema di monitoraggio dei consumi elettrici domestici (Torino); Heli, unbracciale per la traduzione simultanea del linguaggio dei segni (Roma); Social Eating for Social Inclusion, un progetto che combina l’inclusione sociale con la valorizzazione delle produzioni agricole locali (Napoli); Students on Stage, portale web che avvicina gli studenti al mondo del lavoro (Milano); Veyes, progetto di hardware indossabile, con cintura e occhiali per favorire ipovedenti/non vedenti (Catania).

Questi 10 progetti finalisti avranno accesso ad un programma di accelerazione di 4 mesi all’interno di PoliHub e riceveranno un seed grant fino a 30 mila euro. Il prossimo appuntamento ora è per l’evento finale di novembre, in cui i finalisti presenteranno i risultati raggiunti e i 3 migliori progetti accederanno ad un ulteriore growth grant fino a 700 mila euro per finanziarne lo sviluppo e la crescita. Il bando “Think for Social” ha ricevuto il patrocinio dell’Agenzia Nazionale per i Giovani e il sostegno dei Giovani Imprenditori di Confindustria. “Con questo bando – conclude il comunicato – Fondazione Vodafone Italia vuole rinnovare l’impegno a sostenere la società civile favorendo accessibilità e inclusione e contribuendo a migliorare la qualità della vita delle persone attraverso lo sviluppo di strumenti che utilizzano la tecnologia a fini sociali”.

Dalla sua nascita nel 2002 ad oggi la Fondazione Vodafone Italia ha finanziato e reso sostenibili nel tempo 404 progetti, per un totale di oltre 79 milioni di euro.