Open innovation, Enel nel gotha delle aziende mondiali - CorCom

IL RICONOSCIMENTO

Open innovation, Enel nel gotha delle aziende mondiali

Il gruppo, premiato ai Corporate Startup Stars Awards, è tra le dieci imprese più attive nell’ambito della collaborazione con le Pmi innovative. Di Carlo, Responsabile Global Procurement: “Abbiamo realizzato oltre 320 progetti, con più di 60 soluzioni implementate nelle nostre attività a livello globale”

17 Dic 2020

Enel si distingue ai Corporate Startup Stars Awards: non solo è tra le 10 aziende riconosciute come più attive nel campo dell’Open Innovation, ma ha ricevuto anche il Corporate Startup Procurement Award 2020 per le eccellenti relazioni con le startup più innovative. Anche quest’anno la speciale classifica, lanciata nel 2016 nell’ambito dell’iniziativa Startup Europe Partnership (Sep) della Commissione Europea, ha premiato le aziende che portano risultati solidi in termini di collaborazione con le startup, con una novità: l’edizione 2020 è stata infatti estesa a livello globale grazie alla partnership tra la Camera di Commercio Internazionale e Mind the Bridge. I due enti hanno consolidato una partnership a livello globale per raccogliere candidature da tutto il mondo, e per stimolare la crescita della collaborazione tra aziende e startup a livello globale, mettendo in mostra storie di successo e premiando i migliori della categoria, stimolando così un circolo virtuoso in cui ogni attore influenza positivamente gli altri. Le aziende che hanno ricevuto i premi Corporate Startup Stars sono quelle che hanno stabilito le partnership di maggior successo e reciprocamente vantaggiose con le startup, sia attraverso procurement, licenze, partnership, acceleratori, investimenti diretti, acquisizioni o altri programmi dedicati. Gli altri premi presentati durante l’evento includono, oltre al già citato Corporate Startup Procurement Award, sempre vinto da Enel, il Corporate Startup Accelerator Award, il Corporate Startup M&A Award, il Corporate Startup Investment Award, l’Innovative Programme Award e il Best New Entrant Award.

“Cerchiamo sempre di ampliare la ricerca di soluzioni innovative in grado di promuovere lo sviluppo sostenibile e questo premio è una conferma dei nostri sforzi”, commenta in una nota Francesca Di Carlo, Responsabile Global Procurement di Enel. “Le startup sono un’importante fonte di innovazione per Enel ed è per questo che, negli ultimi quattro anni, abbiamo realizzato con loro oltre 320 progetti e siamo riusciti ad applicare più di 60 soluzioni alle nostre attività a livello globale. Per ottenere i migliori risultati, lavoriamo costantemente sui processi di procurement e continueremo a investire nella nostra capacità di accelerare le soluzioni, in modo che quelle testate con successo possano essere facilmente implementate su scala più ampia”.

Il network globale di Enel

Enel ha creato un network globale di dieci Innovation Hub situati in Brasile (Rio de Janeiro), Cile (Santiago), Israele (Tel Aviv), Italia (Milano, Catania, Pisa), Russia (Mosca), Spagna (Madrid) e Stati Uniti (Boston, San Francisco), per lo scouting di startup con un potenziale significativo in termini di tecnologie e modelli di business rilevanti per il lavoro di Enel. Dal 2015, anno in cui Enel ha implementato per la prima volta il suo approccio “Open Innovation”, facendo leva sull’innovazione proveniente da fonti esterne, l’azienda ha ricevuto oltre novemila proposte da parte di startup e ne ha implementate circa 320. Il Gruppo offre alle startup la possibilità di lavorare nei propri Innovation lab insieme agli specialisti commerciali e tecnici di Enel, consentendo così una contaminazione della cultura e creando il giusto spazio per lo sviluppo di soluzioni. Inoltre, Enel lavora costantemente sull’ecosistema del Procurement, aggiungendo nuovi livelli di supporto (dal mentoring, all’incubazione, alla guida finanziaria). Una volta che un’idea è stata testata e validata, Enel offre alle startup la possibilità di scalare la propria soluzione sulle proprie linee di business a livello globale.

Gli ambiti applicativi esplorati con l’Open Innovation

WHITEPAPER
Quali sono i diversi approcci al Design Thinking e quali benefici producono?
CIO
Open Innovation

Le principali aree di lavoro dell’azienda con le startup comprendono, tra le altre, lo stoccaggio dell’energia, i big data, la gestione dell’energia, la casa intelligente, la mobilità elettrica, IoT, la manutenzione predittiva, l’intelligenza artificiale, le tecnologie intelligenti e la robotica.

“Questo è un riconoscimento molto importante per noi”, spiega Ernesto Ciorra, Chief Innovability Officer di Enel. “Stiamo accelerando la transizione verso un modello di business completamente sostenibile, questo significa che abbiamo bisogno più che mai di nuove tecnologie e nuove soluzioni che supportino e guidino questo cambiamento. In Enel siamo costantemente alla ricerca di innovazioni che promuovano lo sviluppo sostenibile, startup, innovatori indipendenti, università e centri di ricerca, potenziali aziende partner, Ong e associazioni. Per avere successo, dobbiamo sviluppare relazioni che siano reciprocamente vantaggiose e creino valore condiviso per tutti gli stakeholder. Questo premio è un riconoscimento al nostro lavoro in questa direzione”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4