Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Ora tocca ai subnetbook, 150 euro per un pc “tascabile”

Il pc low cost annunciato dalla spagnola Airis

18 Set 2009

La società spagnola Airis ha annunciato il prossimo debutto di un
nuovo tipo di netbook, classificabile quasi come “subnetbook”:
per riuscire a distribuirlo in commercio ad un prezzo al pubblico
di 150 euro, difatti, Airis ha pensato di munire il suo mini PC di
un piccolo schermo e di un processore degno di quello di uno
smartphone.

Tecnicamente parlando, il netbook in questione sfrutterà il
sistema operativo Linux per la versione battezzata con il nome di
“SubKira 100L” e l'OS Windows (CE) sarà proposto invece
nel modello alternativo “SubKira 100W”; entrambi i dispositivi
ultraportatili di casa Airis monteranno uno schermo da 7 pollici
per una risoluzione di 800 x 400 pixels, saranno animati da un
processore XBurst 400Mhz (con chipset grafico integrato) di Ingenic
Semiconductor e saranno muniti di 128 MB di memoria DDR oltre che
di 2 GB di memoria Flash.

Questi device, che somigliano molto ai MID (Mobile Internet Device)
– visto l'utilizzo dello schermo tattile – includono la
connettività senza fili WiFi 802.11g, una presa Ethernet 10/100,
un altoparlante, due prese USB 2.0, una presa USB 1.1 ed un lettore
di schede SD. La batteria da 2100 mAh gli assicura un'autonomia
annunciata di 2 ore.
Il sub netbook di Airis pesa solo 750 grammi: la versione
“SubKira 100” sarà disponibile in Europa ad un prezzo di 135
euro in versione Linux o 146 euro nella versione Windows CE.