IL DEAL

Oracle, via libera Ue al takeover di Cerner: sul piatto 28 miliardi

La società acquista il fornitore di sistemi informativi per la sanità e si rafforza nell’e-health. Il ceo Safra Catz: “Operazione porterà crescita dei ricavi già nel 2023”

06 Giu 2022

F. Me

Oracle_Cerner_acquisizioneapprovata

Approvata l’acquisizione di Cerner da parte di Oracle. L’operazione da 28,3 miliardi di dollari ha ottenuto tutte le approvazioni antitrust necessarie, compresa l’autorizzazione della Commissione Europea. Cerner è un fornitore di sistemi informativi digitali utilizzati all’interno di ospedali e sistemi sanitari per consentire al personale medico di fornire un’assistenza sanitaria migliore ai pazienti e alle comunità.

Oracle prevede di completare l’offerta pubblica di acquisto subito dopo la sua scadenza, alla mezzanotte (Est, Eastern Standard Time) del 6 giugno 2022. Il completamento dell’offerta pubblica di acquisto rimane soggetto alle condizioni descritte nella dichiarazione di Opa nello Schedule TO, presentata da Oracle alla Commissione per i Titoli e gli Scambi statunitense il 19 gennaio 2022, come modificata.

“Insieme, Cerner e Oracle hanno la capacità di trasformare la fornitura dei servizi sanitari offrendo ai professionisti del settore medico una nuova generazione di sistemi di informazione sanitaria – spiega Larry Ellison, Fondatore, Chairman e Chief Technology Officer di Oracle – Informazioni migliori permettono di prendere decisioni migliori sulle cure, che, a loro volta, portano risultati migliori per i pazienti. I nostri sistemi, nuovi e semplici da usare, sono progettati per ridurre il carico di lavoro amministrativo che grava sui nostri medici, migliorando al contempo la privacy dei pazienti e riducendo i costi sanitari complessivi”.

L’offerta pubblica di acquisto in contanti per 95,00 dollari per azione, o circa 28,3 miliardi di dollari, contribuirà – dice una nota – nell’immediato ai ricavi di Oracle su base non Gaap nell’anno fiscale 2023 e contribuirà ancora di più ai ricavi in futuro.

La chiusura dell’operazione dipende dalla soddisfazione di specifiche condizioni di chiusura, tra cui l’aggiudicazione da parte degli azionisti di Cerner della maggioranza delle azioni in essere nell’offerta pubblica di acquisto.

“Prevediamo che questa acquisizione contribuirà in modo sostanziale ai ricavi di Oracle su base non Gaap nell’anno fiscale 2023 – puntualizza Safra Catz, Chief Executive Officer di Oracle – La sanità è uno dei settori verticali più grandi e più importanti al mondo (con un turn-over di 3,8 miliardi di dollari soltanto negli Stati Uniti, l’anno scorso). Ci aspettiamo che Cerner rappresenti un enorme motore di crescita per gli anni a venire”.

“Cerner è stato un leader nella digitalizzazione delle cure mediche e ora è giunto il momento di far fruttare questo vantaggio con strumenti che forniscono informazioni agli operatori sanitari giusti, al momento giusto – afferma David Feinberg, Chief Executive Officer di Cerner – Entrare a far parte di Oracle come business unit specializzata di settore ci offre un’incredibile opportunità per accelerare il lavoro di modernizzazione delle cartelle cliniche elettroniche, per migliorare l’esperienza degli operatori sanitari e per offrire ai pazienti un’assistenza migliore, più connessa e più efficiente”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3