Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

GIUSTIZIA DIGITALE

Orlando: “Da processo telematico apertura per 1.000 assunzioni”

L’annuncio del ministro della Giustizia: “Lo prevede l’emendamento al decreto legge sul procedimento amministrativo digitale approvato dalla Camera”. Avanti sulle competenze digitali

13 Lug 2016

F.Me

“L’emendamento al decreto legge sul processo amministrativo telematico, approvato dalla commissione Giustizia della Camera, prevede nuove assunzioni nel ministero attraverso una procedura in cui certamente questi tirocinanti possono spendere il titolo, ma soprattutto le competenze che hanno acquisito”. Lo ha detto il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, rispondendo alla Camera durante il Question time sulle iniziative volte alla stabilizzazione del personale precario impegnato in progetti di formazione nel settore e giudiziario.

Il problema del personale amministrativo non sono le risorse finanziarie”, perché la spending review ha permesso di raggiungere a fine 2015 “oltre oltre 1,6 miliardi di risorse aggiuntive”, nonostante il tasso di “scopertura al 30 giugno 2016 sia del 21% a livello nazionale”, ha aggiunto il Guardasigilli, rispondendo a un’interrogazione sulla situazione del personale del comparto della giustizia, anche alla luce delle recenti misure volte al potenziamento dell’efficienza degli uffici giudiziari.

“L’emendamento al decreto legge sul processo amministrativo telematico – ha poi spiegato – apre nuove prospettive, prevedendo l’assunzione in prima battuta di 1000 unità e una volta esaurita la mobilità, e nei limiti delle risorse disponibili, all’immissione di ulteriori risorse”. Inoltre, l’assorbimento di quasi tutte le risorse in esubero da parte delle Regioni, come previsto dalla riforma delle Province, secondo Orlando “porta a considerare la necessità di un intervento normativo che liberi le risorse destinate alla mobilita’ obbligatoria e non utilizzata a questo fine per procedere a nuove assunzioni di personale”.

Per ora “il 1° luglio si è dato avvio alle procedure di riqualificazione per cancellieri e ufficiali giudiziari, ed entro agosto sarà pubblicato il bando per le prime 1082 unità”. “Proprio oggi – ha proseguito Orlando – trasmetterò al Csm lo schema di decreto ministeriale per la determinazione delle nuove piante organiche degli uffici giudicanti e requirenti di primo grado, che consentirà un complessivo rafforzamento di tutti gli uffici distrettuali”.

Articolo 1 di 5